Chi è Miguel Bosé?


Nato a Panama, Miguel Bosé è un cantautore pop new wave spagnolo e attore.

Durante la pandemia, Bosé è diventato uno dei negazionisti più attivi, mettendo in discussione l'efficacia delle maschere e altri aspetti del virus. Molti dei suoi video sono stati rimossi da YouTube e Facebook e i suoi social network sono stati chiusi. È contrario all'uso di maschere, test PCR, gel disinfettante, vaccini e molte altre misure anti-covid.

"Sono un negazionista e vado a testa alta. Le élite sono responsabili della manipolazione che i cittadini subiscono ai loro occhi: ci mentono, ci spiano". La verità si chiama una volta, ma la menzogna si ripete".

L'artista ha incoraggiato il suo pubblico a continuare in questa lotta, una lotta tra la luce e le tenebre, tra il bene e il male. Accusa il "piano macabro e suprematista" di un cartello di miliardari psicopatici chiamato Forum di Davos, dove è stato pianificato per molti anni.

"Pensano di essere i padroni dell'umanità, della Terra, del pianeta perché sono così ricchi e arroganti".

Bosé incoraggia i suoi seguaci a non farsi vaccinare:

"Non è un vaccino, è un prodotto autorizzato da un'emergenza transitoria, ma non è approvato da nessuno. È un esperimento, non è un vaccino testato sugli esseri umani. Sono stati saltati molti passaggi".

Manda un messaggio a coloro che credono nel vaccino che ci renderanno la vita miserabile, che ci sono due umanità, una con politici arroganti e avidi che vivono in 3D, e noi.

Bosé ha detto di non essere d'accordo con la possibile alleanza tra il governo spagnolo e la società farmaceutica GAVI.

"La società farmaceutica GAVI, per chi non lo sapesse, è di proprietà della Fondazione Bill & Melinda Gates, gli specialisti dei vaccini falliti che hanno causato tante vittime nel mondo. L'India li ha espulsi e denunciati. L'Africa ne porta ancora le conseguenze. Il Kenya ha scoperto le loro atrocità".

Spiega che GAVI (Global Alliance for Vaccines) non è una società farmaceutica, ma una campagna per la vaccinazione infantile a cui collaborano varie organizzazioni come l'UNICEF, l'OMS, la Banca Mondiale e che è sostenuta da fondazioni come quella di Bill Gates.

"Bill Gates, l'eugenista, dimentica l'esistenza della dannata emeroteca, e in passato ha ripetutamente parlato di altro, del suo progetto di vaccini con microchip o nano bot, per ottenere ogni tipo di informazione sulla popolazione mondiale al solo scopo di controllarla. A questi potrebbero anche essere aggiunti vari metalli, ancora più tossici di quelli che già includono, coadiuvanti illegali o la cosiddetta "polvere intelligente", tutto ciò minaccerebbe la nostra salute senza il nostro consenso.

Ha aggiunto che i bambini non dovrebbero essere vaccinati, perché i piccoli non dovrebbero essere toccati, definendola una situazione terribile che deve essere risolta.

Ha spiegato che i media oggi non informano, dicono solo come pensare, cosa pensare.

"Il cittadino di casa sua è più a suo agio nell'ingurgitare questo cibo predigerito che pensare, indagare, contrastare. Questo è quello che chiedo alla gente di fare: controllare".

Ha assicurato che i responsabili della pandemia, i politici, i medici, gli scienziati, le aziende farmaceutiche e i media complici, cadranno tutti, uno dopo l'altro, al punto che ci sarà un secondo processo di Norimberga.

"Quello che mi dà fastidio è l'intero sistema: Repubblicani, democratici, sinistra, destra, centro e la madre che li ha partoriti, tutti fuori. Voglio un mondo nuovo, lo avremo".