Chi è Fernando López Mirones?


téléchargement 5

Fernando López Mirones è un biologo, specializzato in zoologia, e un comunicatore scientifico. È anche regista, produttore e sceneggiatore di documentari sulla natura. Ha scritto e/o diretto più di 120 documentari internazionali sulla natura, la storia naturale e l'antropologia.

Come comunicatore scientifico, partecipa regolarmente a giornali, libri, riviste, radio e televisione, oltre a tenere corsi di documentario nelle università.

Mirones è una delle figure più mediatiche del negazionismo della SARS-CoV-2 in Spagna. Diffonde un'opinione diversa dalla verità ufficiale e i suoi contenuti sono già condivisi da utenti internazionali. Ha dato la sua opinione in molte occasioni sulla pandemia e sulla gestione di questa pandemia da parte del governo, e ha creato molti video denunciando l'inganno dei "vaccini", tra le altre cose.

López Mirones spiega che a causa dell'inizio del lockdown non ha potuto andare a "una ripresa nell'Oceano Indiano di squali" e invece ha fatto un "master in virologia in 10 mesi". Questo gli ha permesso di raggiungere "conclusioni tremende" sulla pandemia.

Spiega che bisogna distinguere tra pandemia e infodemia, e sia chiaro che il virus esiste ma il governo ne sta approfittando per mettere paura con continui cambi di regole, ci spremono e poi ci lasciano liberi e così giocano. Possiamo vedere la manipolazione con i test PCR, che è un clamore. Infatti, ci sono paesi che li hanno vietati perché è come lanciare una moneta. È lo stesso che con il tasso di morti; c'è anche un trucco perché queste morti di Covid non sono tutte, sono morti 'positive al Covid' ma morti dovute a patologie diverse dal virus. Se qualcuno muore d'infarto ed è positivo quando muore, lo mettono come morto di Covid, quindi aumentano o diminuiscono come vogliono.

Il biologo fa parte di un'associazione chiamata "Biologi per la verità", alla quale partecipa come comunicatore scientifico.

 

È stato uno dei relatori del WFF, il Forum Mondiale della Libertà, un incontro di Esseri coscienti, che con le loro esposizioni nei loro campi di conoscenza ci portano la "Torcia della Conoscenza". Una conoscenza attraverso la quale crescere, maturare e scegliere. Questo forum ci dà l'opportunità di risvegliare un dibattito sociale che va oltre la costrizione che alcuni mantengono in certe torri di guardia egoistiche.

 

È membro della COMUSAV "Coalición Mundial Salud y Vida" (Coalizione Mondiale Salute e Vita), la cui missione è quella di risvegliare la coscienza di tutte le persone e raggiungere il benessere fisico, emotivo, mentale e spirituale dell'essere umano.

 

Questo scienziato mette in dubbio l'origine del Covid, sostiene che le PCR sono falsificate e che l'RNA nei vaccini Covid-19 può indurre la formazione di prioni con il potenziale di causare malattie neurodegenerative come l'Alzheimer e la SLA. Egli ritiene che il pubblico non sia stato avvertito dei rischi di inoculare gli esseri umani con RNA negativo e sostiene che il vaccino della Pfizer ha un'autorizzazione per l'uso di emergenza, ma non è stata dimostrata la sua efficacia.

"I vaccini a RNA potrebbero trasformare le persone in esseri transgenici".

Lopez-Mirones dice anche che la mortalità del coronavirus SARS-CoV-2 è bassa e parla di persone asintomatiche come un'invenzione di "presunti infetti" per giustificare gli lockdown.

Il Biologo ha analizzato in dettaglio il brutale documento ufficiale della criminale compagnia farmaceutica Pfizer sui 'vaccini' (sono iniezioni, non vaccini) e arriva a conclusioni molto preoccupanti:

"Le proteine causate dalle loro iniezioni potrebbero essere trasmesse ai non vaccinati dall'ambiente".

Certamente non dovrebbe esistere, ma se i passaporti e l'accesso dovessero essere concessi a chiunque, dovrebbe essere ai NATURALMENTE IMMUNI, mai agli inoculati, che sono altrettanto contagiosi se non di più, e che impediscono anche l'immunità di gregge.

Mirones promuove l'immunità naturale e suggerisce di smettere di mettere nel corpo delle persone schifezze costose, inefficaci e pericolose.

"Il problema della comunicazione COVID non è la mancanza di conoscenza di alcuni biologi e medici, è la mancanza di onestà di coloro che sono selezionati per parlare. Tutti loro ricevono benefici diretti o indiretti dalle vaccinerie".

Spiega che hanno cambiato l'espressione "terza dose" in "dose di richiamo", in questo modo non suona eccessivo e quando è la dose 10 il termine funziona ancora senza spaventare. È tutta ingegneria dialettica, parole che creano percezioni.

"L'invenzione delle "varianti" ha lo scopo di abituarci alla loro esistenza. Così giustificano non solo l'inutilità dei vaccini, ma anche le morti per effetti avversi. Presto dovranno inventare una variante letale specifica per i bambini".

Fernando López Mirones è diventato una delle persone più odiate, insultate e perseguitate dai giornalisti delle paure della manipolazione di massa.