Spagna: Il secondo "stato di emergenza" è stato dichiarato incostituzionale?


La Corte Costituzionale spagnola ha appena dato l'ennesimo schiaffo al governo socialista guidato da Pedro Sanchez dichiarando, il 27 ottobre, che il secondo stato di emergenza, durato sei mesi senza che il Parlamento o la Costituzione potessero controllare le azioni del governo, è incostituzionale.

Il secondo stato di emergenza è stato dichiarato incostituzionale

In Spagna, la giustizia è in piena rivolta e la domanda da porsi è se il resto d'Europa seguirà l'esempio. Infatti, dopo aver ordinato al governo centrale di Madrid di restituire tutte le multe raccolte durante il primo stato di emergenza sanitaria nel marzo 2020, i tribunali hanno appena dichiarato incostituzionale il secondo stato di emergenza, durato dal 9 novembre 2020 al 9 maggio 2021.

Questa è almeno l'informazione che i nostri media hanno ottenuto da diverse fonti affidabili questo 27 ottobre. Secondo il quotidiano El Pais, il verdetto della Corte Costituzionale è stato approvato con 6 voti contro 4. Va detto che l'informazione è stata annunciata il 10 settembre da Lecourrier-du-soir.com, ma il verdetto della Corte è stato reso ufficiale solo questo mercoledì 27 ottobre.

Questo mercoledì, l'informazione è stata confermata da altre fonti tra cui il media spagnolo Infobae. Secondo questa fonte, questo verdetto reso il 27 ottobre dalla Corte è un colpo per il governo spagnolo guidato da Pedro Sanchez, dopo la prima invalidazione del 1° Stato di emergenza da parte della stessa Corte.

Secondo Infobae, che ha le stesse informazioni di El Pais, la Corte Costituzionale si è lamentata soprattutto della durata del 2° Stato di Emergenza, 6 mesi durante i quali né il Parlamento né il Congresso hanno potuto controllare l'azione del governo. La Corte ha anche denunciato il fatto che il governo centrale di Madrid si è sostituito alle comunità autonome (regioni spagnole) che avevano la competenza per farlo.

Il 27 ottobre, il verdetto del governo ha provocato una forte reazione nella classe politica spagnola, dove l'opposizione, in particolare a destra, ha accolto lo schiaffo al governo socialista. Come promemoria, la Corte era stata sequestrata su questo tema dal partito spagnolo di estrema destra, Vox.

Così, in un tweet pubblicato sul suo account personale, il giornalista Luis de Pino ritiene che la Vox ha vinto la partita per 3 gol a 0. "Vox e la Costituzione 3 - Pedro Sanchez 0", ha detto ironicamente.

E non era solo. La critica più dura è venuta da Hermann Tertsch, eminenza grigia dell'estrema destra spagnola. "Il governo di Sanchez e la sua banda hanno sequestrato il popolo spagnolo per 6 mesi con una barbara violazione della Costituzione. Questo governo delinquente deve dimettersi", ha reagito.

Come promemoria, il 22 ottobre, la giustizia spagnola ha richiesto al governo centrale di rimborsare ai cittadini tutte le multe imposte loro durante il primo stato di emergenza. Farà lo stesso per il secondo stato di emergenza? A rigor di logica, dovrebbe farlo. Vedremo.