Potete credere che il vaccino della Pfizer ha ucciso circa 40 volte più anziani del Covid?


Una ri-analisi dei dati del Ministero della Salute di Israele ha concluso che il vaccino COVID di Pfizer ha ucciso "circa 40 volte più persone anziane di quelle che la malattia stessa avrebbe ucciso" durante un recente periodo di vaccinazione di cinque settimane, e 260 volte più persone giovani di quelle che sarebbero morte per il virus.

Vaccino mRNA sperimentale

Mentre a gennaio un gruppo di medici indipendenti ha concluso che i vaccini sperimentali COVID-19 non sono "più sicuri" del virus stesso, una nuova analisi dei tassi di mortalità legati al vaccino in Israele mostra che questo può effettivamente essere il caso in misura drammatica.

Una ri-analisi dei dati pubblicati dal Ministero della Salute israeliano da parte del dottor Hervé Seligmann, membro della facoltà di medicina Malattie Infettive e Tropicali Emergenti all'Università di Aix-Marseille, e l'ingegnere Haim Yativ mostrano, in breve, che il vaccino sperimentale mRNA della Pfizer durante un recente periodo di vaccinazione di cinque settimane "ha ucciso circa 40 volte più anziani di quanto la malattia stessa avrebbe ucciso". Tra i più giovani, questi numeri si sommano a tassi di mortalità 260 volte quello che il virus COVID-19 avrebbe preteso nel lasso di tempo dato.

Analisi matematica

Mentre l'analisi matematica completa può essere trovata nell'articolo stesso, gli autori mostrano come tra "quelli vaccinati e oltre 65 anni di età, 0,2% ... sono morti durante il periodo di tre settimane tra le dosi, o circa 200 tra 100.000 vaccinati. Questo si confronta con i 4,91 morti su 100.000 che sono morti per COVID-19 senza vaccinazione".

Analisi matematica Crisi di Covid

"Questo quadro spaventoso si estende anche alle persone più giovani di 65 anni", hanno aggiunto i ricercatori. Durante le cinque settimane di vaccinazione, "0,05%, o 50 per 100.000, sono morti. Questo si confronta con lo 0,19 per 100.000 che muoiono di COVID-19 che non sono vaccinati ... Pertanto, il tasso di mortalità di questo gruppo di età è aumentato di 260 volte durante questo periodo di cinque settimane di vaccinazione rispetto al loro tasso naturale di morte per COVID-19".

Come riporta IsraelNationalNews (INN), Seligmann ha una nazionalità israelo-lussemburghese, e una laurea in biologia presso l'Università ebraica di Gerusalemme, ed è autore di più di 100 pubblicazioni scientifiche. INN riferisce che i ricercatori "non hanno conflitti o interessi, se non quello di avere figli in Israele".

Yativ e Seligmann notano che anche questi "numeri stimati di morti a causa del vaccino sono probabilmente molto più bassi dei numeri reali perché prendono in considerazione solo le morti definite come COVID-19 per questo breve periodo e non includono gli eventi AVC e cardiaci (e altri) derivanti dalle risposte infiammatorie".

Inoltre, queste cifre "non tengono conto delle complicazioni a lungo termine", scrivono.

Effetti collaterali

Inoltre, si aspettano che entro pochi mesi "gli effetti collaterali a medio e lungo termine della vaccinazione si manifesteranno sotto forma di ADE (Antibody-Dependent Enhancement)" in coloro che hanno ricevuto il vaccino sperimentale Pfizer.

Come spiegato da America's Frontline Doctors (AFLDS), ADE è "quando gli anticorpi COVID prodotti da un vaccino, piuttosto che proteggere la persona, causano una malattia più grave o fatale quando la persona è poi esposta alla SARS-CoV-2 in natura in un momento successivo. Il vaccino aumenta l'infezione piuttosto che prevenire il danno".

L'AFLDS cita come esempio un vaccino prodotto per combattere la febbre dengue che ha portato alla morte di 600 bambini nelle Filippine a causa di ADE e ha portato alla presentazione di accuse penali contro i responsabili nel 2019.

Per queste e altre ragioni, l'AFLDS e molti altri medici sconsigliano vivamente l'uso di questi vaccini sperimentali per la maggior parte delle persone. Ammettono che potrebbero essere usati per le persone oltre i 70 anni, ma ammettono che queste iniezioni "presentano un rischio maggiore rispetto al trattamento precoce o profilattico con farmaci prescritti".

Tassi di morte

Alla luce di questi tassi di mortalità, Yativ e Seligmann criticano anche aspramente l'intensa pressione esercitata dalle autorità israeliane sulla popolazione per ricevere queste iniezioni. Secondo INN, i ricercatori si riferiscono a queste misure draconiane come a un "nuovo olocausto".

Nelle ultime settimane, il governo di Israele ha fatto notizia quando ha introdotto un sistema di "pass verde" che permette alle persone che sono state iniettate di ricevere un codice verde che poi garantisce loro l'accesso a luoghi come l'intrattenimento e le strutture ricreative.

Con la riapertura del paese dopo un blocco di due mesi, il passaporto verde verrebbe rilasciato solo alle persone che sono state iniettate, non a quelle che sono risultate negative al virus. I benefici proposti includono l'accesso ai negozi "non essenziali", oltre a non doversi isolare se identificati come un contatto stretto con un caso confermato di COVID-19, e non doversi isolare quando si torna da un luogo che il governo chiama "sito rosso".

Anche se non c'è alcuna prova che questi vaccini sperimentali prevengano effettivamente la trasmissione del virus, il ministro della salute israeliano Yuli Edelstein ha detto al rilascio del "passaporto di vaccinazione" che "è un dovere morale farsi vaccinare. Fa parte della nostra responsabilità reciproca". È andato oltre, dichiarando: "Coloro che non si vaccinano saranno lasciati indietro".

Il passaporto verde

Il passaporto verde deve essere rinnovato ogni sei mesi, e nonostante il possesso di uno, una persona deve ancora rispettare le regole sul mascheramento e la distanza fisica. Il Jerusalem Post ha anche riferito che si sta prendendo in considerazione una legislazione che darebbe ai datori di lavoro il diritto di rifiutare alle persone non vaccinate l'ingresso sul posto di lavoro.

Tali misure hanno spinto Business Insider a chiamare il paese una "guerra ai non vaccinati". Nel frattempo, il dottor Anthony Fauci, consigliere medico senior del presidente Joe Biden, ha ritenuto "eccezionale" la risposta vaccinale di Israele.