Reiner Fuellmich: "Questo non è un incidente: Non c'è ancora nulla di sanitario in questa crisi"


L'avvocato Reiner Fuellmich torna a riferire sui progressi del Comitato Corona, con cui sta lavorando da mesi per cercare di svelare i retroscena della crisi del covid-19.

Spiega all'inizio che si trova in un momento cruciale nel progresso della ricerca: "Siamo passati da "Cos'è questa pandemia?"; "Quanto è pericoloso il virus?"; "Quanto sono affidabili i test PCR?"; "Quali saranno le conseguenze delle misure sanitarie anti-covid?"; a "Chi c'è dietro?"

Per rispondere a queste domande, ha condotto più di 150 interviste con esperti di tutto il mondo, come il Prof. Luc Montagnier e Mike Yeadon, ex vice presidente di Pfizer, per giungere alla conclusione che "non c'è nulla di sanitario in questo, e non c'è mai stato". Torna sull'aspetto economico della pandemia, mostrando che "coloro che attualmente stanno recuperando quote di mercato nel mondo, sono anche quelli, se seguiamo il denaro, che sono dietro a ciò che sta accadendo". Secondo lui, le PMI, soprattutto in Occidente, vengono fagocitate da giganti economici come Amazon o acquistate dai cinesi.

Sul tema della salute, sottolinea il fatto che la tanto attesa vaccinazione non risolve il problema e non ferma il virus come si sperava, mentre le misure sanitarie scatenano numerosi suicidi tra la popolazione.

Secondo lui, la gente di tutto il mondo si sta lentamente rendendo conto che i governi continuano a piazzare le loro pedine per controllare la loro "vita quotidiana".

Mettendo insieme tutti gli elementi che elenca, arriva alla conclusione che "tutto questo non è un incidente. È intenzionale".

Un debriefing proposto in collaborazione con BonSens.org :

Versione originale in inglese: