Gli schermi in perspex installati per fermare l'COVID possono averne aumentato la diffusione?


Un documento di Whitehall trapelato, visto da Politico, suggerisce che gli schermi di perspex installati per fermare la trasmissione del COVID-19 possono effettivamente averne aumentato la diffusione.

Alle imprese e alle scuole è stato detto dal governo di installare gli schermi come condizione di riapertura dopo il primo lockdown e sono stati ampiamente utilizzati dai negozi "essenziali" per tutto il periodo.

Alex Wickham di Politico scrive che gli schermi di perspex potrebbero essere in procinto di essere eliminati date le nuove informazioni che il governo ha ricevuto sulla loro efficacia.

 

"I ministri vengono anche avvisati che quegli schermi di perspex che sono apparsi in alcuni uffici e ristoranti è improbabile che abbiano qualche beneficio in termini di prevenzione della trasmissione", afferma il rapporto.

"I problemi includono che non sono posizionati correttamente, con la possibilità che aumentino effettivamente il rischio di trasmissione bloccando il flusso d'aria. Pertanto c'è una chiara indicazione per i ministri che questi schermi di perspex dovrebbero essere eliminati".

Nonostante il rapporto, i ministri del governo dicono che non c'è alcun piano per cambiare i consigli sull'installazione degli schermi nelle aziende.

Quali altre COVID-19 misure messe in atto per combattere la diffusione del virus sono state del tutto inutili o hanno addirittura peggiorato la situazione?

Uno studio sull'efficacia delle maschere facciali che ha coinvolto 6.000 partecipanti in Danimarca ha scoperto che "non c'era alcuna differenza statisticamente significativa tra coloro che indossavano maschere e coloro che non le indossavano quando si trattava di essere infettati da Covid-19".