Perché un avvocato israeliano lancia l'allarme sui vaccini?


"Il nostro paese è stato invaso dai cattivi". Se si deve credere ai media mainstream, gran parte della popolazione israeliana è già vaccinata contro la COVID e la maggior parte degli israeliani sostiene il cosiddetto passaporto verde per i vaccinati.

La realtà

La realtà è ben diversa, ha detto l'avvocato israeliano Tamir Turgal alla commissione COVID guidata da Reiner Fuellmich a Berlino in gennaio. Ha detto che i media tradizionali stanno diffondendo la propaganda e che sempre più persone in Israele si stanno svegliando.

Un'agenda viene imposta al popolo israeliano, ha sostenuto Turgal. "Sfortunatamente, molte persone ci stanno cascando". Ha chiamato la campagna di vaccinazione contro il COVID un "esperimento sull'umanità".

Turgal, i cui nonni erano sopravvissuti all'Olocausto, ha continuato dicendo che loro - i cattivi - vogliono riportarci ai tempi prebellici, quando i diritti umani non erano una realtà. "Mi rende molto triste che il mio paese abbia mostrato come una società possa essere conquistata dai cattivi", ha detto.

Reiner Fuellmich in un'intervista con l'avvocato israeliano Tamir Turgal sulla vaccinazione in Israele.