Perché Google, Facebook, Twitter sono così impegnati a censurare i medici che promuovono la cura per la COVID?


E' ora di rendere il protocollo dell'idrossiclorochina una decisione tra il paziente e il medico e di togliere di mezzo le grandi tecnologie".

Joseph Goebbels, capo del Ministero della Propaganda del Terzo Reich disse una volta: "Lasciatemi controllare i media e trasformerò qualsiasi nazione in un branco di maiali".

Una manciata di grandi corporazioni negli Stati Uniti oggi controlla la maggior parte delle informazioni disponibili al pubblico su internet. Sempre più spesso coloro che esprimono opinioni impopolari, divergenti dalla narrazione del mainstream liberale, vengono censurati e banditi.

Google, Twitter e Facebook hanno recentemente flesso il loro muscolo cumulativo rimuovendo un video di una conferenza stampa di un gruppo di medici certificati che discuteva quello che è diventato un trattamento per il coronavirus usando l'idrossiclorochina (HCQ) che è diventato un calcio politico da quando il presidente Trump ne ha parlato favorevolmente diversi mesi fa. Durante le otto ore in cui il video era online sul sito di Breitbart, circa 16 milioni di persone lo hanno visto e condiviso.

Quale "crimine parlato" hanno commesso i medici nel video che li ha fatti bandire dai gruppi tecnologici? Non erano d'accordo con la demonizzazione di un protocollo medico che utilizza idrossiclorochina, zinco e lo z-pack per trattare l'insorgenza precoce del coronavirus. In poche ore dall'apparizione del video su Breitbart i tre giganti, che non sembrano avere alcuna formazione medica, hanno agito di concerto per cancellare le opinioni di questi medici in prima linea, nonostante il fatto che abbiano trattato centinaia di pazienti con il virus.

In considerazione del fatto che la medicina è un'"arte" e spesso coinvolge medici che provano e sviluppano trattamenti non provati, ci si aspetterebbe una conversazione piuttosto che una repressione draconiana. Molti trattamenti un tempo controversi sono ora standard. Medici del passato ridicolizzati dai loro pari, come Louis Pasteur che sviluppò la cura per l'antrace e la rabbia, sono ora venerati come pionieri della medicina.

La censura liberale è diventata ancora più ovvia quando i media mainstream hanno ripreso la storia e hanno iniziato ad attaccare i medici. La CNN, in un articolo chiaramente di parte, ha dichiarato che:

The video, published by the right-wing media outlet Breitbart News, featured a group of people wearing white lab coats [my emphasis] calling themselves “America’s Frontline Doctors” staging a press conference in front of the US Supreme Court in Washington, DC.

La CNN ha insinuato che questi uomini e donne erano impostori nel peggiore dei casi, venditori di olio di serpente nel migliore. La testata liberale e i suoi alleati nei media mainstream hanno decantato i fatti presentati come "fuorvianti, falsi e di disinformazione". Hanno liquidato a sproposito questi medici che lavorano direttamente con i pazienti affetti da virus o che hanno esperienza in particolari aree relative alle politiche COVID-19. Le opinioni di rispettabili professionisti medici meritano di essere ascoltate. I medici hanno dichiarato all'inizio che vogliono offrire buone notizie e speranza al popolo americano sul virus.

Il pediatra Robert Hamilton, autore di 7 segreti del neonato, è conosciuto come "l'uomo che sussurra ai bambini" per il suo metodo "come fare" per calmare i neonati che piangono. Si è laureato in medicina e ha fatto la sua specializzazione alla scuola medica UCLA e ha praticato la pediatria per oltre 35 anni. Past presidente della Los Angeles Pediatric Society, ha fondato Lighthouse Medical Missions, un gruppo di volontari che organizza missioni mediche a breve termine in Africa, Asia, Centro e Sud America - partecipando lui stesso a più di due dozzine. A causa della sua esperienza e reputazione, è apparso come ospite in diversi programmi televisivi tra cui Dr. Oz e Good Morning America. Ha detto ai giornalisti che i bambini tollerano bene il virus. Pochi sono ricoverati in ospedale e il loro tasso di mortalità è molto basso.

I bambini, ha detto, "non sono i motori di questa pandemia". In generale, non la stanno trasmettendo. "Dobbiamo normalizzare la vita dei nostri bambini", ha detto. "Lo facciamo riportandoli in classe".

La dottoressa Simone Gold, medico di pronto soccorso e avvocato di Los Angeles con oltre trent'anni di esperienza, si è laureata alla scuola medica di Chicago e si è laureata in legge a Stanford. Ha guidato una lettera di 600 medici lo scorso maggio che chiedeva la fine dello shutdown. La lettera descriveva lo shutdown come un evento di "vittime di massa" dicendo che tra le "vittime... che si nascondono in piena vista" ci sono "alcolismo, senzatetto, suicidio, attacco cardiaco, ictus o insufficienza renale". La gente non riceve le cure di cui ha bisogno a causa della paura generata dal virus. Altri medici intervenuti alla conferenza hanno chiesto la libertà per i medici e il pubblico di avere a disposizione trattamenti efficaci. Un medico ha detto di non aver mai visto una malattia trattata dicendo alle vittime di andare a casa, ripararsi sul posto e vedere se la loro malattia peggiorava.

In seguito alla censura del video da parte di Big Tech, l'attacco ai medici ha preso la marcia più alta. Il sito web di Frontline Doctors è stato immediatamente de-piattato. La maggior parte dei media mainstream che riportano l'evento ha diffamato i medici e ignorato o sfatato i dati e gli studi che hanno offerto come prova dell'efficacia del protocollo HCQ. La conferenza stampa era solo parte di una conferenza medica in cui venivano presentati dati scientifici. Quanti media hanno riportato i dati scientifici provenienti da molti paesi che dimostrano che l'HCQ salva la vita?

In risposta alla censura, il gruppo ha tenuto una seconda conferenza stampa martedì 28 luglio, chiedendo la fine della "paura paralizzante". Hanno promesso che non andranno via. L'idrossiclorochina è sicura a basse dosi, hanno detto, ed è stata usata con successo contro la SARS nel 2005, che agisce in modo simile al coronavirus. Il neurologo Teryn Clark di Newport Beach, CA ha esortato la gente a vedere da sé la sicurezza dell'idrossiclorochina andando alla pagina informativa del sito web del CDC per la malaria e l'idrossiclorochina. "Il meccanismo d'azione per questa malattia (COVID-19) è molto simile". I farmaci, ha detto, sono spesso utilizzati per scopi off-label, e c'è una petizione attualmente alla FDA per mettere il farmaco in etichetta per il virus.

Il Dr. Richard Urso ha detto che sta cercando di far conoscere l'efficacia dell'HCQ da gennaio. "Non possiamo lasciare che i nostri pazienti muoiano senza trattamento e questa è la cosa principale che è successa. Ci è stato detto di nasconderci nelle nostre case, indossare una maschera e aspettare un vaccino. Questa non è una strategia. Noi abbiamo una strategia". Ha continuato sottolineando che gli studi fatti in altri paesi mostrano l'efficacia dell'uso del farmaco e che uno dei principali virologi del mondo, il microbiologo francese Didier Raoult, ha usato l'idrossiclorochina con risultati sorprendenti dall'inizio della pandemia. "L'idrossiclorochina funziona; negarla ai pazienti è vergognoso!"

In molte parti del mondo, l'HCQ è disponibile al banco. È uno dei farmaci più sicuri disponibili ed è stato usato per oltre 60 anni. Come ha detto la dottoressa Clark, non c'è carenza di questo farmaco negli Stati Uniti. Infatti, c'è una scorta di 63 milioni di dosi.

Uno dei messaggi più convincenti è venuto dallo psichiatra infantile Mark McDonald di Los Angeles che ha descritto la crescente crisi di salute mentale tra i suoi giovani pazienti. Sta vedendo la paura su tutta la linea con pipì a letto, automutilazione, depressione, ansia e persino suicidio. "Abbiamo bisogno di una strategia per porre fine alla paura", ha detto. "A questo punto, non è una crisi medica; è una crisi emotiva. Ma le persone sono così spaventate che si arrampicano sugli specchi per trovare qualcosa, qualsiasi cosa che dia loro un senso di pace e conforto". Ha continuato ad offrire speranza dicendo: "Ora ce l'abbiamo... idrossiclorochina Se possiamo rilasciare questo e farlo arrivare al popolo americano la paura finirà, i nostri figli saranno più sicuri... i genitori torneranno a lavorare e il nostro paese si rimetterà in piedi. Dobbiamo farlo ora! Fatevi carico di voi stessi.... Non lasciate che sia la leadership, i politici, i media, i gruppi di interesse speciale.... Parlate ai vostri medici, ai vostri senatori... parlate, riprendetevi la vostra libertà, smettete di vivere nella paura".

Il gruppo ha consigliato agli americani di contattare i loro medici e leader politici e chiedere che l'HCQ sia reso disponibile per il trattamento del virus e la prevenzione profilattica. È ora di rendere il protocollo HCQ una decisione tra il paziente e il medico e di togliere di mezzo le grandi tecnologie! Per quanto riguarda la censura e le narrazioni unilaterali, Joseph Goebbels sapeva che l'ingrediente chiave per controllare le masse era convincerle di avere il controllo.

"La propaganda funziona meglio", ha detto, "quando coloro che vengono manipolati sono sicuri di agire di loro spontanea volontà".