Italia: Sospensione dello stipendio per tutti i lavoratori senza "passaporto COVID"?


Il governo italiano ha approvato un piano per rendere il certificato Covid 'Green Pass' obbligatorio per tutti i lavoratori. Il piano, che sospenderà lo stipendio per quelli senza il pass, sarà attuato il mese prossimo.

Nuovi regolamenti per tutti i dipendenti

Il piano, approvato dal governo del paese giovedì, sarà lanciato il 15 ottobre. Il Senato italiano ha sostenuto in modo schiacciante la misura, con 189 voti a favore, solo 32 contrari e due astensioni. Il piano resterà in vigore almeno fino alla fine di quest'anno.

Secondo le nuove regole, tutti i lavoratori del settore pubblico e privato in Italia dovranno ottenere un certificato Covid-19 'Green Pass'. Coloro che non presenteranno il certificato quando richiesto potranno essere sospesi dal loro lavoro dopo un periodo di grazia di cinque giorni, anche se non potranno essere licenziati.

I dipendenti senza un certificato sanitario valido che osano ancora presentarsi al lavoro possono essere soggetti a multe che vanno da 600 a 1.500 euro (tra $705 e $1.175). Ulteriori dettagli del piano dovrebbero essere annunciati ufficialmente a breve.

In agosto, l'Italia aveva reso il pass un requisito per visitare luoghi pubblici, come ristoranti e bar, e poi lo ha reso obbligatorio per gli insegnanti e altri lavoratori del settore pubblico all'inizio di questo mese. Ora, è diventato il primo paese europeo a rendere il certificato obbligatorio per tutta la sua forza lavoro.

Le regole sempre più severe del 'Green Pass' hanno scatenato molteplici proteste in tutta Italia.