Il transumanesimo è a un punto di non ritorno?


Satana promise ad Adamo ed Eva: Mangia dall'albero della conoscenza e sarai come Dio (o immortale e come gli angeli). Anche se Dio rivela alle persone che questa promessa è un inganno di Satana, molte persone la vedono in modo molto diverso, anche la maggior parte di loro. Il progresso tecnico promette di condurre le persone dalle tenebre alla luce.

E davvero: Come Satana aveva promesso, l'uomo diventa apparentemente sempre più simile a Dio, più "frutti della conoscenza" consuma e più conoscenza raggiunge. Vola già a diverse volte la velocità del suono, può cambiare il tempo, spazzare via milioni di persone in pochi secondi e modificare i geni. Nel cyberspazio può persino creare i suoi propri mondi. L'uomo sta diventando sempre più artefice del proprio destino.

Naturalmente, la persona normale non pensa a Satana quando si tratta di progresso tecnologico. Gli è stato solo detto che la vita si "sviluppa", da strutture primitive a strutture sempre più "alte", compreso l'essere umano dal goffo e primitivo abitante delle caverne che brandiva la clava all'essere umano più altamente sviluppato di oggi che ora usa laser e armi termonucleari invece della clava. E lui la pensa così. La gente normale non si preoccupa di dove il viaggio dovrebbe portare alla fine.

Ma certe persone ricordano molto bene la promessa di Satana e sono sicure che questa promessa può essere realizzata con il suo aiuto: l'apoteosi - diventare Dio. Questo è l'obiettivo!

E la realizzazione tecnica di questo nobile obiettivo è oggi chiamata "singolarità" o "transumanesimo".

"La singolarità è un futuro in cui il ritmo del cambiamento tecnologico è così rapido ed esteso che l'esistenza umana su questo pianeta è irreversibilmente cambiata. Diventiamo il potere del nostro cervello, tutte le conoscenze, le abilità e i tratti personali che ci rendono persone, li combiniamo con la potenza del nostro computer per pensare, comunicare e creare in un modo che oggi non possiamo immaginare. Questa fusione di uomo e macchina, con l'improvvisa esplosione dell'intelligenza delle macchine, combinata con la rapida innovazione nei campi della ricerca genetica e delle nanotecnologie, porterà ad un mondo in cui non c'è più distinzione tra vita biologica e meccanica o tra realtà fisica e virtuale. Queste rivoluzioni tecnologiche ci permetteranno di superare i nostri fragili corpi con tutte le loro limitazioni. La malattia come la conosciamo sarà sradicata. L'esistenza umana subirà un salto quantico nell'evoluzione. Potremo vivere tutto il tempo che vogliamo". spiega Ray Kurzweil, una delle menti dietro i transumanisti. Ray Kurzweil non è un pazzo e un utopista a caso, è direttore dell'ingegneria di Google ed è stato insignito di 19 dottorati onorari tra molti altri riconoscimenti.

Ora che la materia è diventata intelligente nella forma dell'uomo, una nuova forma di intelligenza e coscienza sta per emergere, l'intelligenza artificiale, portata dall'uomo, che si fonderà con questa nuova forma in un nuovo essere. La tecnologia imparerà ad usare i meccanismi della natura, ma in modo infinitamente più efficiente, più veloce e senza la fragile fragilità degli esseri viventi organici. Gli esseri umani, crede il transumanesimo, sono la prima specie a prendere nelle proprie mani e controllare l'evoluzione della propria specie - accelerandola milioni di volte.

Le sei epoche dell'evoluzione secondo Ray Kurzweil

Cibernetica, neurologia, robotica, nanotecnologia, ingegneria genetica - è la fusione di tutte queste correnti in un unico obiettivo globale che dovrebbe realizzare il piano dei transumanisti. Dal punto di vista del transumanesimo, lo sviluppo può essere pensato in quattro fasi approssimative:

  1. La tecnologia diventa un compagno umano quotidiano. Dopo i computer e gli smartphone, i robot domestici diventano la norma. La tecnologia si avvicina sempre di più all'uomo, le macchine intelligenti e la comunicazione con i robot e l'intelligenza artificiale (per esempio la consulenza ai clienti) diventano più normali.
  2. Poi gli umani cominceranno a costruire la tecnologia direttamente nei loro corpi e a creare interfacce tra il cervello e i computer. Questo espanderà drasticamente le sue capacità. Sulla terra esisteranno due razze: Quegli umani che avranno accesso alla nuova tecnologia e quindi si aggiorneranno nell'Uomo 2.0, e l'Homo sapiens, che sarà irrimediabilmente inferiore alla nuova razza. Il cyberspazio e la realtà si confondono mentre l'interfaccia computer-cervello simula gli stimoli come se fossero realmente vissuti.
  3. Il nuovo umano 2.0 alla fine consisterà in parti uguali di elementi organici e tecnologici. La vita dell'uomo sarà drasticamente estesa. Le sue capacità aumenteranno a dismisura. Infine, sarà possibile trapiantare un cervello organico in un cyborg, il che, secondo la credenza dei transumanisti, permetterà all'essere umano di cambiare corpo e diventare così immortale.
  4. Allora sarà possibile creare una copia artificiale 1:1 di un cervello umano. Diventa possibile scaricare l'intero contenuto del cervello e la sua struttura in un computer. Gli umani vivono questo come un software intelligente nel cyberspazio o un avatar cyborg di loro scelta. L'"umano" può cambiare corpo a volontà. Non c'è più alcuna differenza tra la realtà e il cyberspazio. L'uomo può viaggiare con la sua coscienza nel cyberspazio e creare e dominare mondi lì.

Tutti ora possono permettersi di vivere in un palazzo e in fantastici giardini. Chiunque può volare e fare surf su onde di dieci metri: Pensalo, e l'interfaccia mente-macchina dirà al supercomputer di crearlo per te: Sii, ed è. Questo non è 'come Dio'?

Quando Egli decide una cosa, le dice solo: "Sii", ed essa è. [Al-Baqarah 117]

Il compimento della promessa di Satana è imminente. Questo fantastico nuovo mondo è proprio come la descrizione del Paradiso nell'Islam, dove si ottiene anche tutto ciò che si desidera.

Come mai quasi nessuno prende sul serio questo piano, mentre forse solo 20 o 30 anni ci separano dalla sua realizzazione?

Ray Kurzweil spiega: È perché quasi nessuno capisce cosa significa la crescita esponenziale.

"Com'è possibile che siamo così vicini a questo enorme cambiamento e non lo vediamo? La risposta è l'accelerazione dell'innovazione tecnologica. Quando pensano al futuro, pochi tengono conto del fatto che il progresso scientifico umano è esponenziale.

In altre parole, il 20° secolo ha gradualmente accelerato fino all'attuale tasso di progresso, le conquiste totali del secolo scorso equivalgono a solo circa 20 anni di progresso al ritmo del 2000. Ora fate altri "20 anni" di quel progresso in soli 14 anni (al 2014), e poi lo stesso di nuovo in soli sette anni. Noi nel XXI secolo non assisteremo a 100 anni di progresso tecnologico, assisteremo a 20.000 anni di progresso (misurato dal progresso di oggi), o un progresso circa 1000 volte più grande di quello che ha raggiunto l'intero ventesimo secolo".

Va notato che il 20° secolo ci ha portato dalle carrozze trainate dai cavalli ai treni a levitazione magnetica e dai motori a vapore ai smartphone - uno sviluppo inimmaginabile. Quello che sta arrivando ora sarà 1000 volte più veloce. O per renderlo ancora più vivido: Se facciamo 30 passi lineari, ci vorranno circa 30 metri. Se facciamo 30 passi esponenziali, ci vorrà circa un miliardo di metri. Ad un certo punto, il progresso sarà così veloce che il cervello umano non potrà più comprenderlo. Solo gli esseri umani ottimizzati saranno in grado di tenere il passo con questo ritmo.

Il finanziamento della ricerca per questo piano grottesco è facile da ottenere. L'UE ha appena versato il più grande budget comunitario di sempre di un miliardo di denaro dei contribuenti per un progetto di ricerca nel transumanista "Progetto cervello umano" - uno dei più importanti mattoni: la simulazione di un cervello umano completo come un circuito di computer replicando la struttura neuronale del cervello umano. Il cervello umano dovrebbe essere pronto tra circa 10-20 anni. Per allora, la potenza di calcolo dei computer potrebbe già aver superato quella del cervello di un milione di volte.

La robotica, specialmente la protesica, è scoprire come collegare le macchine direttamente ai nervi per aumentare gli esseri umani con arti artificiali e organi sensoriali. Ci sono miliardi di dollari in fondi di ricerca per questo dalla medicina e dai militari. La tecnologia è già quasi perfezionata.

"Prenderò dai Tuoi servi una certa porzione, li svierò, ecciterò le loro speranze e darò loro l'ordine di tagliare le orecchie del bestiame, e ordinerò loro di cambiare la creazione di Allah".

[an-Nisa 119]

La rivoluzione delle nanotecnologie ci permetterà di riprogettare il nostro corpo e il nostro cervello molecola per molecola - ben oltre i limiti della biologia. L'uso dell'intelligenza artificiale all'interno del nostro sistema biologico segnerà un salto evolutivo per l'umanità, ma significa anche che saremo più "macchine" che "umani". Miliardi di nanobots viaggeranno attraverso il flusso sanguigno nel corpo e nel cervello. Distruggeranno gli agenti patogeni, correggeranno gli errori del DNA, elimineranno le tossine ed eseguiranno molti altri compiti che miglioreranno il nostro benessere fisico. Come risultato, saremo in grado di vivere indefinitamente senza invecchiare.

Nonostante il meraviglioso potenziale futuro della medicina, l'immortalità sarà raggiunta solo se ci disferemo completamente dei nostri corpi biologici. Mentre ci muoviamo verso un'esistenza basata sul software, otterremo la capacità di creare "backup" di noi stessi (immagazzinando i modelli delle nostre conoscenze, abilità e personalità in una forma digitale), ottenendo così l'immortalità virtuale. Grazie alla nanotecnologia, avremo un corpo che potremo non solo cambiare ma trasformare in forme completamente nuove attraverso la nostra sola volontà. Saremo in grado di cambiare i nostri corpi in questo modo in ambienti di realtà virtuale full-immersion intorno al 2020 e nella realtà fisica intorno al 2040".

La conseguenza inevitabile di un tale sviluppo è che l'umanità si dividerà presto in due o più specie: Umani ordinari e Umani 2.0. Sarà soprattutto l'élite che avrà accesso alle nuove tecnologie e, attraverso questi miglioramenti tecnici, sarà molte volte superiore agli umani ordinari in intelligenza, organi sensoriali, forza fisica, durata della vita e potenza.

È difficile trascurare il fatto che il transumanesimo non è scienza pura ma una "religione" fanatica. Riguarda l'emergere di una razza di eletti dio-umani che ascenderanno al cyber-cielo, dove vivranno come dei onnipotenti e immortali, creeranno universi, si muoveranno senza sforzo attraverso lo spazio e il tempo, e non saranno soggetti a leggi naturali o eterne. La promessa di Lucifero, fatta all'inizio del tempo, sta per essere mantenuta.