La crisi della catena di approvvigionamento sta iniziando a generare carenze di cibo e accaparramento?


I problemi della catena di approvvigionamento negli Stati Uniti stanno causando interruzioni nella consegna di cibo e prodotti di base, spingendo i consumatori a fare incetta dei loro acquisti.

Carenze di rifornimento nei negozi

"La gente sta facendo incetta", ha detto il produttore di alimenti surgelati e in scatola Adnan Durrani, secondo il Seattle Times del 19 ottobre, mentre la penuria di cibo è aumentata ieri in tutto il paese.

Durrani ha anche spiegato che le abitudini di approvvigionamento sono cambiate e che la sua azienda sta "tenendo circa quattro mesi di scorte" invece della solita fornitura di uno o due mesi, il che sta causando delle carenze in una certa misura.

 

Su una nota correlata, diversi produttori e distributori di cibo hanno condiviso le loro esperienze e come si stanno adattando alle carenze di rifornimento dei negozi.

"Non avrei mai pensato che saremmo stati qui nell'ottobre del 2021 a parlare di problemi di supply chain, ma è una realtà", ha detto Vivek Sankaran, CEO di Albertsons Cos. Vivek Sankaran ha aggiunto: "Ogni giorno mancherà qualcosa nei nostri negozi, in tutte le categorie".

Anche le scuole hanno dovuto adattare le loro strategie per accogliere l'alimentazione degli studenti.

"Dall'inizio della scuola, abbiamo avuto problemi con la catena di approvvigionamento per diversi articoli", ha detto Theresa Hafner, direttore dei servizi alimentari per le Denver Public Schools, aggiungendo: "Continua a spuntare fuori. È come un gioco di roulette".

In tutta la nazione, c'è carenza di manodopera

Da parte sua, Chris Jones, vicepresidente senior degli affari governativi e della consulenza per la National Grocers Association, ha descritto la sua prospettiva sulla questione.

"C'è molto cibo nella catena di approvvigionamento, ma alcuni articoli possono essere più difficili da ottenere in certi momenti a causa della carenza di manodopera a livello nazionale che colpisce i produttori, gli spedizionieri e i rivenditori", ha detto Jones.

Ha anche menzionato che una debole applicazione dell'antitrust ha portato a disparità tra i rivenditori.

Questa situazione "ha permesso ai rivenditori dominanti di assicurarsi condizioni più favorevoli e una grande fornitura di prodotti molto richiesti, lasciando molti rivenditori più piccoli con scelte limitate o, in alcuni casi, scaffali vuoti", ha aggiunto Jones.

La carenza di certi alimenti, come la carne di pollo, si fa sentire anche tra i consumatori individuali, molti dei quali hanno sostituito i pasti dei fast-food con quelli cucinati in casa.

La carenza di carne di pollo ha portato a cambiamenti di menu in alcuni ristoranti e aumenti di prezzo nei negozi.

Anche i prezzi dei pannolini sono aumentati, secondo Business Insider, citato da Bloomberg, a causa dei prezzi più alti delle materie prime, dei ritardi nelle spedizioni e delle carenze dei container.

D'altra parte, 100 navi stavano aspettando al largo di Los Angeles il 19 ottobre per scaricare le loro merci, il che può richiedere fino a due settimane. I problemi, tuttavia, coinvolgono diverse questioni critiche.

"Le sfide della catena di approvvigionamento continuano ad essere problemi come la carenza di autisti, il lavoro e la congestione nei porti", ha detto Yone Dewberry, direttore della catena di approvvigionamento.