La National School Board Association ha chiesto alla Casa Bianca di etichettare i genitori dissenzienti come "terroristi domestici"?


00 46 e1635157474943

Una federazione nazionale di consigli scolastici ha emesso un mea culpa dopo che è stato rivelato che l'org aveva fatto pressione sulla Casa Bianca per etichettare i genitori che si oppongono alle restrizioni Covid come "terroristi domestici", scusandosi dopo un'ondata di contraccolpi.

"Terroristi domestici"

La National School Board Association (NSBA) degli Stati Uniti ha emesso una lunga lettera di scuse venerdì, riconoscendo ai membri che una lettera controversa al presidente Joe Biden "per quanto riguarda le minacce e gli atti di violenza contro i membri del consiglio scolastico" includeva un linguaggio infiammatorio, mentre si scusava per la missiva mal formulata.

"A nome del NSBA, ci rammarichiamo e ci scusiamo per la lettera. Per essere chiari, la sicurezza dei membri del consiglio scolastico, di altri funzionari ed educatori della scuola pubblica e degli studenti è la nostra massima priorità, e rimane un lavoro importante da fare su questo tema", ha detto l'org, rivolgendosi ai consigli scolastici locali che compongono la più ampia organizzazione.

Tuttavia, non c'era alcuna giustificazione per alcune delle lingue incluse nella lettera. Avremmo dovuto avere un processo migliore per permettere la consultazione e la comunicazione di questa importanza. Ci scusiamo anche per la tensione e lo stress che la situazione ha causato a voi e alle vostre organizzazioni.

00 47

Mentre la NSBA non ha dato alcuna indicazione di quale "linguaggio" problematico sia stato usato nella sua lettera a Biden, un probabile colpevole è stata l'insinuazione dell'org che i genitori che interrompono le riunioni del consiglio scolastico potrebbero commettere "una forma di terrorismo interno e crimini d'odio". La NSBA ha persino invitato la Casa Bianca e il Dipartimento di Giustizia a scatenare il pieno potere del draconiano Patriot Act "per quanto riguarda il terrorismo interno" - dopo aver appena inserito i genitori in quest'ultima categoria.

Un certo numero di consigli scolastici e riunioni di genitori-insegnanti in tutto il paese hanno visto proteste vocali da parte dei genitori negli ultimi mesi, molti infuriati per le dure restrizioni Covid-19 imposte ai loro figli, come i requisiti di mascheramento tutto il giorno in alcuni stati e distretti. Anche se alcune delle proteste sono diventate accese, nessuna ha apparentemente coinvolto qualcosa che potrebbe soddisfare la definizione di "terrorismo interno" - un termine che ha costantemente guadagnato cachet negli Stati Uniti dopo la rivolta del 6 gennaio al Campidoglio degli Stati Uniti, con molti rivoltosi successivamente considerati "terroristi" da esperti di media e politici.

L'etichetta di "terrore" della NSBA ha rapidamente dato il via al contraccolpo, non solo da parte dei critici dell'associazione ma dai membri all'interno dell'organizzazione stessa. Secondo Corey DeAngelis, un esperto di politica dell'educazione e direttore nazionale della ricerca presso l'American Federation for Children, non meno di 20 associazioni statali di consigli scolastici hanno "preso le distanze" dall'organizzazione nazionale, con alcuni che hanno persino ritirato i loro finanziamenti, forse spiegando il brusco voltafaccia della NSBA.

00 40

Lettera di scuse solo per motivi finanziari?

Gli osservatori sui social media hanno anche suggerito che la lettera di scuse di venerdì è stata spinta da considerazioni monetarie, piuttosto che etiche, con un commentatore che ha scherzosamente riformulato la dichiarazione come: "In altre parole, abbiamo perso un mucchio di membri (soldi) e vorremmo premere il pulsante 'annulla'".

Altri critici non erano pronti ad accettare le scuse della NSBA, alcuni hanno chiesto che se l'organizzazione voleva veramente mostrare contrizione, "dove sono tutte le dimissioni? Ad oggi, sembra che nessuno del NSBA si sia dimesso per la lettera infiammatoria, mentre la dichiarazione di scuse del gruppo è stata pubblicata senza firma, senza che nessun individuo o dirigente si sia effettivamente assunto la responsabilità del contrattempo.

00 41

00 42

00 43

In una vena simile, alcuni detrattori hanno sostenuto che le scuse della NSBA sono arrivate solo perché il gruppo è stato "colto" con le mani nel sacco, in gran parte grazie a un'indagine del Washington Free Beacon pubblicata all'inizio di questa settimana. L'uscita ha ottenuto una copia della lettera originale della NSBA dopo una richiesta di libertà di informazione da parte di Parents Defending Education, una non-profit creata per "recuperare le nostre scuole dagli attivisti che impongono programmi dannosi".

00 44

00 45

La NSBA ha promesso di "fare meglio in futuro" nella sua missiva di venerdì, e ha detto di aver lanciato una "revisione formale" dei suoi "processi e procedure" per garantire che i genitori o qualsiasi altro gruppo non siano imbrattati con etichette potenzialmente distruttive per la carriera e la vita come "terrorista" o "criminale dell'odio". In futuro, ha detto che avrebbe rispettato le "voci dei genitori", che "dovrebbero e devono continuare ad essere ascoltati quando si tratta di decisioni sull'educazione, la salute e la sicurezza dei loro figli".