Big Pharma sta spingendo per una iniezione mensile di Covid?


Milioni di persone sono già state convinte di aver bisogno di un vaccino sperimentale covid-19 per sopravvivere ed essere liberi nella società. Ora Big Pharma si sta preparando a svelare le iniezioni mensili di covid per le persone con condizioni di salute croniche, cancellando la falsa narrazione che una volta sosteneva che un vaccino avrebbe fatto guadagnare la tua "libertà".

 

Gli scienziati britannici stanno ora spingendo affinché le persone con problemi di salute persistenti prendano mensilmente il vaccino covid-19 per "stimolare" il loro sistema immunitario e aiutare ad eliminare qualsiasi residuo di SARS-CoV-2 che persiste nei loro corpi. Questi "candidati ideali" per la vaccinazione di routine hanno già l'immunità all'infezione naturale e hanno anche preso il protocollo iniziale del vaccino, andando contro ogni buon senso. Ma questi "candidati ideali" per la vaccinazione di routine soffrono ancora di condizioni di salute croniche e sono ora spinti a prendere un vaccino mensile per far sparire magicamente i loro sintomi da "COVID long hauler".

Big Pharma inventa un nuovo termine per coprire le cause di fondo delle malattie

Il cartello dei vaccini di Big Pharma sta cercando nuovi modi per predare le persone che già soffrono di vari problemi di salute cronici. Durante lo scandalo della covid-19, milioni di persone sono state convinte che i loro problemi di salute sottostanti sono il risultato della covid stessa. Big Pharma ha inventato il termine "COVID long hauler" per consolidare questi vari problemi di salute sotto un unico termine ombrello e per rendere una malattia infettiva più di quello che è realmente.

Sotto la dittatura di Big Pharma, non importa più quale sia la causa principale del problema di salute. Le persone che lottano con l'affaticamento, la letargia, la nebbia cerebrale, la perdita della grinta, la mancanza di respiro, la mancanza di resistenza, l'artrite e altri problemi di salute possono ora affermare di essere un "COVID a lungo raggio". Anche se questi problemi sono comuni effetti collaterali dei farmaci che queste persone prendono, la diagnosi corretta può essere coperta e ignorata, permettendo al paziente di ottenere attenzione e chiamarsi un "COVID lungo trasportatore".

Un'infezione trattata correttamente con nutraceutici e antivirali non causerà tipicamente problemi di salute cronici o esacerberà problemi di salute sottostanti. Tuttavia, soccombere allo stress, all'isolamento, alla paura, al terrore, al danno polmonare tramite ventilatori e ai farmaci immunocompromettenti avrà sicuramente effetti negativi di lunga durata sulla mente, sul sistema cardiovascolare, sul sistema endocrino, sul microbioma e sul sistema immunitario.

Cause sottostanti ignorate, mentre milioni di persone sono costrette a vivere nell'ignoranza e nella sofferenza

Lo studio britannico riferisce che più di un milione di britannici stanno lottando con problemi di salute persistenti dopo il recupero da covid-19. Non c'è alcuna indicazione se questi problemi di salute esistevano prima dell'infezione, o non erano diagnosticati prima del ricovero in ospedale. I medici allopatici spesso mancano le cause sottostanti ai problemi di salute delle persone. Non c'è anche alcuna indicazione se questi problemi di salute persistenti sono stati esacerbati dallo stress, dall'isolamento e dal terrore delle lockdown, dai controlli corporali e dalla messaggistica pandemica, o se i problemi di salute sono il risultato di trattamenti dannosi, infezioni opportunistiche o cure mediche inferiori agli standard. Non importa quale sia l'origine dei problemi di salute - gli scienziati britannici vogliono mettere in fila questi "COVID long haulers" per i vaccini mensili. Dei primi quaranta candidati che hanno anticipato il sollievo dai vaccini, alcuni hanno sentito i loro sintomi dissiparsi nei giorni successivi alle iniezioni di richiamo, ma la loro condizione è peggiorata nel tempo.

Sviluppando e sfruttando questo nuovo termine (COVID long hauler), Big Pharma continua a ingannare le persone sulle cause dei loro problemi di salute cronici. A questa fascia demografica di persone viene insegnato ad affidarsi all'industria farmaceutica per affrontare i loro sintomi, mentre si manifestano più effetti collaterali. Tuttavia, queste persone sono ottimi candidati per testare i vaccini mensili e altri programmi di dipendenza farmaceutica. Questa fascia demografica raramente affronta la causa sottostante dei loro problemi di salute cronici e sono più propensi a prendere il protocollo di vaccino sperimentale per covid-19 - anche se hanno già ottenuto l'immunità attraverso l'infezione naturale. Queste persone non hanno affrontato l'infiammazione sottostante, l'ossidazione cellulare, l'acidosi, l'avvelenamento da metalli pesanti, lo squilibrio ormonale, la disbiosi intestinale, la carenza di nutrienti e minerali, tra gli altri problemi olistici. Una volta affrontati questi problemi, milioni di persone si libereranno dal loro status di "COVID-long hauler" e usciranno dalla mentalità di paura e germafobia che sono stati condizionati ad accettare.