Il vaccino brilla: I vaccini Covid contengono luciferasi?


Melissa Strickler, la whistleblower recentemente licenziata da Pfizer per aver pubblicato le email dell'azienda, ha detto in un'intervista che il vaccino di Pfizer contiene sostanze chimiche tossiche.

Le fiale di vaccino brillano di blu

Le fiale di vaccino di Pfizer/BioNTech brillano di blu e contengono un enzima chiamato luciferasi, l'ex ispettore di qualità della compagnia farmaceutica ha detto questa settimana in un'intervista esclusiva.

"Il vaccino brilla, almeno quello della Pfizer", ha detto Melissa Strickler, che ha lavorato per il gigante farmaceutico per quasi 10 anni. "Sembra che qualcuno abbia preso un bastoncino luminoso blu, l'abbia aperto e l'abbia infilato nella fiala, ma solo quando è luminoso e su uno sfondo scuro.

Strickler, che ha lavorato presso la grande struttura della Pfizer a McPherson, Kansas, ha detto di aver ispezionato "centinaia di migliaia di unità di vaccino" nella sua carriera con l'azienda "e non ho mai visto nulla che abbia fatto questo, neanche lontanamente". Normalmente, il liquido nelle fiale è cristallino, ha detto, ma stava fotografando le fiale quando ha notato il colorante blu fluorescente nel liquido e ha chiesto ai suoi supervisori circa l'ingrediente.

Luciferase non indicato sull'etichetta

Strickler ha detto di aver sentito un medico descrivere i codici degli ingredienti sui vaccini, compresi i codici SM102 per la luciferasi, un enzima che brilla al buio prodotto nelle lucciole, nelle piante e nei pesci e usato nella ricerca sulla bioluminescenza. A seconda delle diverse sostanze chimiche con cui è mescolata, la luciferasi può brillare in diversi colori.

Per esempio, un rapporto del 2020 su Nature Scientific Reports ha identificato una luciferasi azzurra che è visibile solo sotto la luce ultravioletta di certe lunghezze d'onda.

 

Strickler ha detto a LifeSite di aver mandato un'e-mail all'azienda per chiedere se la luciferasi fosse inclusa nel vaccino Covid e gli è stato detto che era "usata solo nei test del vaccino" ma non inclusa nel prodotto finale. "Ma per come la vedo io, questo è tutto un esperimento", ha detto Strickler.

"Non abbiamo ancora visto le etichette comirnaty sulle fiale di questo impianto", ha detto Strickler, riferendosi al nome commerciale del vaccino, che la Food and Drug Administration ha approvato in agosto. "Per quanto ne so, tutti stanno ancora ricevendo il prodotto originale con l'approvazione di emergenza".

In un'intervista con Project Veritas pubblicata la scorsa settimana, Strickler ha rivelato le e-mail interne della Pfizer di dirigenti senior che istruivano i dipendenti di livello inferiore a non discutere con il pubblico il ruolo delle cellule fetali abortite nello sviluppo dei vaccini Covid.

 

Vanessa Gelman, direttore senior della ricerca globale alla Pfizer, ha chiesto in una e-mail a un dipendente come rispondere a una domanda sull'uso di cellule fetali nel suo vaccino Covid.

"Da un punto di vista aziendale, vogliamo evitare che le informazioni sulle cellule fetali circolino. Il rischio di condividere questo ora supera qualsiasi potenziale beneficio che potremmo vedere, in particolare con i membri del pubblico che potrebbero utilizzare queste informazioni in modi che non vogliamo", dice l'e-mail.

Altre e-mail del vicepresidente e capo scientifico di Pfizer Philip Dormitzer hanno discusso il ruolo delle cellule renali embrionali umane (cellule HEK 293) ottenute da una bambina abortita nel 1973 e propagate in una linea cellulare continua usata nella fabbricazione della siringa Covid di Pfizer.

Strickler ha detto che le cellule sono state scelte per la loro capacità di crescere ed erano essenzialmente "cellule tumorali" da un bambino abortito.

"Mi ha fatto venire il voltastomaco, perché se mentiranno su una cosa del genere, su cosa mentiranno?" ha commentato Strickler. "Se il pubblico lo sapesse, sono sicuro che sarebbe interessato.

Migliaia di persone hanno richiesto esenzioni dal requisito di utilizzare i vaccini Covid sul posto di lavoro per motivi religiosi o di coscienza, citando l'uso di cellule fetali nello sviluppo dei vaccini Covid, e le loro richieste sono state negate. Le piattaforme dei social media hanno abitualmente rimosso i post sul tessuto fetale nello sviluppo del vaccino Covid, e i media tradizionali hanno "verificato i fatti" come "disinformazione". Strickler ha detto che la Pfizer lo sa.

"Sono solo fuorvianti. Voglio dire, potrebbero fermare le teorie di cospirazione, potrebbero correggere i fact-checkers sui social media e tacere perché sanno che non possono negare le esenzioni religiose quando dicono, 'Sì, abbiamo usato linee cellulari fetali nello sviluppo di questo prodotto,' e lo sanno". Penso che si tratti di questo.

Modifica del gene

"Pensavo fosse tutta una cospirazione", ha detto l'ex dipendente della Pfizer al giornalista di LifeSite Jim Hale. Tuttavia, ha definito l'inganno della Pfizer "infinito". "Non credo che siano stati onesti su questo vaccino, a parte il fatto che è sperimentale. E questa è la tecnologia mRNA".

Ha aggiunto che la tecnologia mRNA nei vaccini potrebbe essere usata con la tecnologia CRISPR per l'editing genico, e che questo fatto è anche nascosto al pubblico nei messaggi della Pfizer, dei media e del governo.

Dipendenti Pfizer: Pronti a licenziarsi

Strickler ha detto che prima di Covid, le piaceva il suo lavoro come ispettore di prodotti, ma che dall'inizio della pandemia, molti dipendenti "si sono pentiti di essersi vaccinati" dopo essere stati iniettati e "molte persone hanno rifiutato di farsi vaccinare. Infatti, più della metà dei dipendenti sono disposti ad andare senza, e Pfizer lo sa".

Strickler ha paragonato il gigante farmaceutico a un "marito ricco e violento". Ha detto che l'azienda offre eccellenti benefici e stipendi, "ma non ti trattano esattamente meglio, nel senso che non sembrano apprezzare tutti i loro dipendenti allo stesso modo".

Ha descritto frequenti "email di virtù" inviate ai dipendenti, compresa una che dichiarava il CEO di Pfizer Albert Bourla "Padre dell'anno".

Strickler ha detto che spesso voleva smettere e ha pregato per questo dopo che il vaccino Covid ha iniziato ad essere prodotto nella struttura McPherson, ma si è sentita costretta ad aspettare fino a quando ha scoperto un database di email esplosive e fuorvianti dalla società, che alla fine ha fornito a Project Veritas.

Dopo che il servizio è andato in onda, Strickler ha ricevuto una chiamata da un dipendente della Pfizer che le diceva di non tornare al lavoro, e una lettera della società ha confermato che era stata licenziata.