I test COVID sono un modo per infettare o impiantare surrettiziamente le persone?


Ora che il pubblico sta iniziando a svegliarsi sul fatto che le persone che guidano la risposta alla COVID sono responsabili di milioni di morti a causa della censura delle informazioni salvavita di migliaia di medici che stanno trattando pazienti COVID con un tasso di successo di 100%, è ora di iniziare a mettere in discussione TUTTO ciò che stanno chiedendo al pubblico di rispettare.

I test COVID

I test COVID in corso in tutto il mondo, più o meno in linea con il piano 1-3-30 della Fondazione Rockefeller, sono l'obiettivo principale di questa fase attuale dell'operazione Coronavirus.

 

Più persone vengono testate, più casi positivi vengono registrati, il che alimenta la narrazione ufficiale della paura e mantiene viva la paura per giustificare ancora di più la tirannia.

Tuttavia, potrebbe esserci anche qualcos'altro.

Quali sono i loro veri motivi, visto che ovviamente NON danno valore alla vita umana?

Makia Freeman di The Freedom Articles ha pubblicato un articolo molto interessante la settimana scorsa, sollevando serie domande sui test PCR, che abbiamo già riportato non sono affidabili, e perché i tamponi di cotone devono essere così lunghi? Leggi qui.

Dobbiamo chiederci se questi test COVID sono in realtà un modo intelligente per ottenere l'accesso segreto all'interno dei nostri corpi, soprattutto il nostro cervello.

I tamponi nasali utilizzati (chiamati rinofaringei o orofaringei) sono incredibilmente lunghi (circa 6 pollici o 15 cm), il che significa che arrivano fino alla parte posteriore della nostra gola.

C'è qualche ragione medica per cui i tamponi devono essere di questa lunghezza? Questi particolari test COVID sono test PCR; ho trattato in altri articoli quanto siano imperfetti e inadatti i test PCR.

 

Questi test COVID potrebbero essere usati per infettare surrettiziamente le persone (con qualche agente che causa la malattia), consegnare il vaccino (che affermano di stare ancora sviluppando) o addirittura impiantare le persone (con nanotecnologie come i microchip)?

Puntare o accedere alla placca cribrosa?

Nell'anatomia umana, la placca cribrosa è un osso della linea mediana importante come parte del cranio e del naso che trasmette i nervi olfattivi che portano il senso dell'olfatto. Leggi qui.

È una parte del corpo molto delicata e fragile. Perché mai i test COVID contengono un tampone (un bastoncino imbottito) che può colpire questo osso delicato?

Potrebbe essere perché la placca cribrosa permette l'accesso al cervello? Jim Stone ha recentemente alluso a questo in un post intitolato Il test del Coronavirus non è credibile e probabilmente è per l'accesso clandestino al cervello riprodotto su questo sito. Leggi qui.

"Sostengono che il virus distrugge il sistema nervoso di una grande percentuale di persone, lasciando problemi neurologici duraturi e danni al cervello. Ma vorrei chiedere - è davvero un virus a fare questo, o sono i test a farlo?

Gente, i coronavirus si testano da soli (ci sono diversi tipi), ma in molti casi sono ovviamente ciò che sta causando il danno cerebrale.

Facile da spiegare:

Molti dei test (tutti quelli che usano il "tampone" incredibilmente lungo) prendono i loro campioni dalla placca cribrosa, che è un osso spesso un millimetro nella parte superiore della cavità nasale che è perforato con molti fori che vanno direttamente nella cavità cerebrale.

Questi fori sono ciò attraverso cui passano i nervi olfattivi, e ce ne sono molti (l'osso è simile a uno schermo grossolano).

Se si volesse sabotare qualcuno impiantando un virus cerebrale clandestino, nanotecnologia, o impiantare un chip in qualcuno, questo sarebbe il posto per farlo perché forse un medico potrebbe tirare fuori un chip ma gli individui certamente non potrebbero mai senza perforare quell'osso molto sottile (che in realtà non è nemmeno osso, è circa metà nervi) e chiunque tentasse di fare un'estrazione da lì finirebbe probabilmente per uccidersi.

Qualsiasi prodotto chimico, virus, nanotecnologia o qualsiasi altra cosa vogliano mettere lì avrà accesso immediato al cervello e ci si può dimenticare di tirarlo fuori, una volta che è dentro, è dentro.

Sarebbe letteralmente dritto sul cervello quando viene posizionato, e va dritto dentro.

La gente si lamenta che i test sono dolorosissimi e il dolore dura per giorni. Per quale motivo i test avrebbero bisogno di toccare la parte più accessibile al cervello del corpo umano?

Quelli che lo fanno sono davvero dei test?

I test del DNA sono fatti con un semplice tampone della bocca, ed è ridicolo pensare che qualsiasi test del virus - quando si suppone che si possa diffondere con la tosse - non sarebbe lo stesso.

C'è qualcosa di strano in questi test. Devono essere falsi, (o almeno quelli che tamponano letteralmente la zona del cervello). Non c'è da stupirsi che facciano male per giorni e GEE, avere i nervi olfattivi inchiodati da qualsiasi cosa ci sia in quel tampone è probabilmente ciò che sta causando alla gente di perdere permanentemente il senso dell'olfatto.

SENSO COMUNE: Scommetto che non sapevate quanto è brutto quel test. Evitate il test a tutti i costi.

OK, ho dato un'occhiata a quell'articolo qualche giorno fa, e l'avevo scartato al momento... Non potevo comprendere la possibilità che questi mostri stessero usando i loro barbari metodi di "test PCR" come mezzo per DANNEGGIARE i nostri cervelli..... Etica a parte, non riuscivo a vedere nemmeno queste ripugnanti creature abbassarsi ad un livello così orribile....

Ma ancora una volta abbiamo a che fare con mostri senza coscienza umana qui, giusto?".

Ecco un'altra citazione dallo stesso sito web (ma questa non è di Jim Stone):

"... hanno condotto i "test" inserendo un dannato tampone lungo 6 pollici (15 cm) in ogni narice fino a raggiungere la parte posteriore dei loro passaggi nasali.

Poi i tester hanno proceduto a girare i tamponi per circa 10-15 secondi in ogni narice.... Poi hanno rimosso i tamponi e li hanno inseriti nelle provette da inviare ai laboratori per le "analisi"....

Onestamente ho dovuto fermarmi a pensare per un momento... PERCHE' diavolo avrebbero bisogno di inserire un tampone così lungo fino alla parte posteriore delle vie di passaggio nasali, in primo luogo?

E poi torcere i tamponi su quel palato nella parte posteriore del passaggio nasale contro il tessuto molle mi sembra anche molto barbaro!

Quel movimento da solo causerebbe danni a quel palato e forse creerebbe uno scenario molto peggiore di quello che farebbe questo "virus"?

E tutte le persone con cui ho parlato mi hanno raccontato la stessa storia che avevano "mal di testa" e in alcuni casi una sensazione di nausea e un forte dolore al seno che seguiva....

Essendo sempre stato un mal di testa da sinusite e avendo avuto questo dolore nella parte posteriore delle mie cavità nasali per anni, so cosa stanno attraversando......

E tutto questo solo per ottenere un 'campione' dell'RNA di questo presunto virus per verificare che qualcuno sia positivo?

Ancora una volta mi sembra piuttosto barbaro, e per me ci sarebbero mezzi molto più semplici per ottenere campioni di tessuto piuttosto che eventualmente danneggiare la parte posteriore delle nostre cavità nasali!"

C'è qualcosa di molto sospetto in questi test COVID. Come minimo, dobbiamo ricordare che i lotti dei test COVID si sono dimostrati contaminati, a volte con il coronavirus stesso (ad esempio negli Stati Uniti e nel Regno Unito) - anche se i fact checker sostengono che il "virus" non potrebbe diffondersi o infettare le persone, ma solo rendere i risultati dei test inefficaci. Leggi qui. E qui.

Popolazione microchippata

Dato l'obiettivo del NWO (Nuovo Ordine Mondiale) di una popolazione completamente microchippata, non escluderei che i cospiratori del NWO conducano un metodo così orribile e clandestino di impiantare le persone a loro insaputa con la scusa di aiutarle.

Ho chiesto a un noto medico in pensione quello che Makia stava dicendo qui riguardo alla necessità di lunghi tamponi di cotone che penetrano così a fondo nel corpo, e questo medico ha risposto:

Non c'è nessuna ragione valida per tamponare il naso-faringe così profondamente da causare dolore e lesioni all'estremo posteriore e al tetto del naso. Qualsiasi microrganismo ci sia è distribuito in tutto il naso e la gola.

Si suppone che siano facilmente comunicate da uno starnuto, da qui il "bisogno" di maschere. Non c'è bisogno di andare a cercarli. Potresti anche soffiarti il naso in un fazzoletto e quello sarebbe un campione sufficiente per la coltura.

C'è qualcosa di molto sospetto in questi test COVID.

Pensieri finali

Il punto di questo particolare post è quello di aumentare la consapevolezza e fare domande.

Questo articolo non ha le risposte su cosa c'è veramente in questi test COVID e se sono progettati con un secondo fine.

Speriamo che queste domande iniziali stimolino ulteriori indagini da parte della gente, o almeno incoraggino le persone ad essere altamente scettiche nel prendere volontariamente questi test senza pensarci due volte.

Deve essere ormai chiaro che nulla dell'operazione Coronavirus è benigno, nemmeno i test. Ogni aspetto di questo programma deve essere attentamente esaminato.

Sottoporsi al test stesso è una tacita acquiescenza al fatto che il test funziona ed è necessario per la salute e la sicurezza pubblica - entrambe le cose sono palesemente false.