Come fanno i vaccini a RNA a controllare il cervello umano?


Esperto di neurobiologia della CIA spiega, in una conferenza all'Accademia Militare di West Point, come i vaccini a RNA possono controllare il cervello umano.

Il giornalista indipendente Guy Boulianne ha portato alla luce un'informazione molto importante sulla possibilità di usare vaccini a RNA per manipolare il nostro cervello. Questa ipotesi non è venuta da un grande teorico della cospirazione: è stato un esperto di neurobiologia della CIA che l'ha presentata all'Accademia Militare di West Point, riferisce Unser Mittel Europa.

Neurobiologia e guerra


Il 13 giugno 2018, il dottor Charles Morgan, un esperto di neurobiologia dell'Università di Yale, della DARPA e della CIA, ha tenuto una conferenza agli studenti della West Point Military Academy (USMA). Ha parlato della possibilità di alterare il DNA per scopi di controllo della mente. Il dottor Morgan dimostra e spiega agli studenti dell'élite militare americana come le tecnologie note con gli acronimi CRISPR (Clustered Regularly Spaced Short Palindromic Repeats) e DREADDS (Designer Receptor Exclusively Activated by Designer Drugs) possono "progettare" qualsiasi cosa.

Il dottor Morgan mostra come i DREADDS possono essere "infusi" nel DNA umano per controllare il nostro comportamento. Questi recettori di design, attivati esclusivamente da droghe di design, possono creare nuove cellule. Possono creare nuovi ricordi e comportamenti nei loro soggetti. Possono anche usarli per cancellare o addirittura cambiare la memoria. La tecnologia CRISPR può essere usata per uccidere solo certe razze di persone tramite l'editing del DNA.

Il dottor Morgan dice agli studenti della Modern War University di West Point che "la tecnologia chiamata CRISPR rende una serie di cose facilmente disponibili... Si può progettare qualsiasi cosa. Si può progettare una cosa che ucciderebbe solo uno. Quando crei dei plasmidi e li metti nelle cellule, invia un segnale e dice quale parte del DNA si srotola, si dispiega e produce un prodotto. Questo è il futuro della medicina".

Il futuro della medicina

Il dottor Morgan chiede: "Cosa si potrebbe fare con questa tecnologia se si fosse nella sicurezza e nell'intelligence?". Le cellule "possono essere progettate per attività e scopi specifici. Possono essere posizionate strategicamente. Possono essere controllate a distanza". Così questi controlli delle cellule "possono attivare cose nel cervello di altre persone".

Nel 2011, la tecnologia a livello cellulare sembrava controllare "la consegna programmata di informazioni su richiesta". Nel 2018, il potere di sostituire i propri ricordi e decisioni con la realtà surrogata dei controllori tramite il sangue, il cervello e le cellule aveva già superato qualsiasi condizionamento comportamentale tramite i telefoni cellulari. Per il dottor Morgan, le nuove possibilità portano a miglioramenti nella consegna e nella completezza. "Perché avere un sistema digitale quando si può avere un sistema DNA?", chiede.

Il dottor Morgan è molto esplicito nella sua presentazione di diapositive:

"Le celle possono essere progettate per attività e scopi specifici. Le celle possono essere posizionate strategicamente. Possono essere controllate a distanza". La nuova tecnologia permette ai suoi controllori di attivare cose nel cervello di altre persone.

Inoltre, il medico, che ora insegna all'Università di New Haven, immagina come la combinazione di "sistemi di DNA" con "calcolo quantistico" potrebbe essere "una minaccia davvero sorprendente che è anche mortale". Così, con la dose di Pfizer e Moderna, un punto finale nell'agenda globale di coloro che sono al potere potrebbe essere stato raggiunto.