Come si è infiltrato Bill Gates nella salute globale?


La Fondazione Bill e Melinda Gates (BMGF) è stata di recente nelle notizie per aver stanziato "miliardi" per combattere COVID-19 e aver ottenuto i loro conti violati e informazioni sensibili trapelate - la fondazione era responsabile di un patrimonio del valore di poco meno di $48 miliardi alla fine del 2018. Ma poco si sa di come i suoi soldi e i suoi amici consulenti esercitino un'enorme influenza nello spazio della salute pubblica e della governance internazionale. Ecco come Bill Gates si è infiltrato nella salute globale.

Fondazione Bill e Melinda Gates

La BMGF conta Bill Gates, sua moglie Melinda Gates e gli investitori miliardari Warren Buffet tra i suoi fiduciari. Gli obiettivi principali della fondazione sono: migliorare l'assistenza sanitaria e ridurre la povertà estrema a livello globale. È stata creata nel 2000, lo stesso anno in cui le Nazioni Unite hanno fissato gli obiettivi di sviluppo del millennio (MDG) intorno agli obiettivi legati alla salute, che richiedevano una riduzione delle malattie infettive che "minacciavano di invertire decenni di sviluppo".

 

Il BMGF ha presto fondato l'iniziativa Grand Challenges for Global Health (GCGH), fortemente influenzata dall'OSM. Il GCGH ha ottenuto maggiori finanziamenti dal governo degli Stati Uniti in un momento in cui i fondi venivano ritirati da altri programmi nazionali. Gates aveva alcune idee preconcette su ciò che il GCGH avrebbe dovuto finanziare - come trovare nuovi approcci per prevenire e trattare l'HIV (saremmo negligenti se non dicessimo che ci sono stati pochi progressi nella cura dell'HIV). Da allora la fondazione ha distribuito più di $50 miliardi!


Non esistono regali gratuiti

La fondazione è profondamente impegnata in agenzie sanitarie internazionali come l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e UNITAID. La sua spesa complessiva per l'OMS è sorprendentemente alta, quasi $229 milioni solo nell'anno 2018. Linsey McGoey, un professore dell'Università di Essex e autore del libro "No Such Thing as a Free Gift: The Gates Foundation and the Price of Philanthropy", ha detto che la BMGF dà donazioni volontarie all'OMS, che è strettamente legata.


Secondo un comunicato stampa di UNITAID, è stato finanziato nella misura di $150 milioni dalla fondazione tra il 2006 e il 2017. La BMGF ha speso molto per Gavi, l'alleanza internazionale dei vaccini, contribuendo con $750 milioni solo al suo lancio e un enorme $1,56 miliardi dal 2016.


Rete di società di consulenza manageriale

La BMGF distribuisce regolarmente contratti multimilionari a società di consulenza gestionale, nonostante abbia dovuto ridurre la spesa di 50% per i consulenti a partire dal 2015. Ha speso $300 milioni in società di consulenza tra il 2006 e il 2017. Leggi qui.

Dal 2017, ha speso poco meno di $12 milioni solo per i programmi di consulenza trasformazionale dell'OMS.

In un solo caso di influenza indebita e spese sontuose, la BMGF ha spinto un progetto fallito di raccolta fondi chiamato "MassiveGood" all'UNITAID nel 2008. Il progetto è costato all'UNITAID $11 milioni solo in spese di consulenza, il beneficiario era uno dei consulenti amici di Gates, McKinsey & Company.

Le società di consulenza gestionale non fanno entrate significative direttamente dal settore della salute pubblica, ma sarebbero estremamente grate a Bill Gates per l'influenza generale che ottengono. Un tale "effetto alone" del lavoro di salute pubblica contribuirebbe senza dubbio in modo significativo ai grandi flussi di entrate che queste società di consulenza ottengono dai governi, che almeno nel Regno Unito, hanno contribuito 25% alle entrate complessive delle società di consulenza nel 2017. Leggi qui.

I progetti del settore sociale hanno avuto un "impatto sproporzionato sull'immagine esterna dell'azienda e sul senso di scopo interno", ha ammesso McKinsey & Company. I progetti hanno anche dimostrato di essere un potente strumento di reclutamento per le aziende.

L'ascesa dei filantropi globali

Bill Gates e la sua cricca di consulenti sono arrivati a credere di essere così ben collegati alla spesa sanitaria globale, che sono "idealmente adatti" per affrontare problemi trasversali, come l'epidemia di HIV.

Documenti interni segreti ottenuti da Vox di un'importante società di consulenza, McKinsey, hanno rivelato che "l'ascesa dei filantropi globali" ha chiaramente esercitato un'influenza indebita sulla spesa sanitaria globale.


"Solo negli Stati Uniti, gli individui doneranno da $5,5 a $7,4 trilioni a cause benefiche tra il 1998 e il 2017. Istituzioni focalizzate a livello globale come la Fondazione Gates stanno guidando un cambiamento di mare nelle donazioni filantropiche: I loro fondatori sono attivamente coinvolti, distribuiscono somme molto più grandi molto più rapidamente, richiedono risultati misurabili e sono pionieri di soluzioni innovative, su scala nazionale e globale".

Conflitto d'interesse

Le varie società di consulenza gestionale come BCG e McKinsey hanno gravi problemi di conflitti d'interesse. Queste aziende lavorano per l'industria delle bevande, con aziende come PepsiCo, spingendo al pubblico bevande zuccherate, ben note per essere una causa di cancro e obesità. Le società di consulenza lavorano con il settore del carbone, promuovendo energia sporca e inquinando l'aria. Allo stesso modo, i consulenti hanno profonde quote di portafoglio all'interno delle industrie del tabacco e dell'alcool, che pedalano prodotti tossici, la causa principale di tante malattie.

Dobbiamo chiudere un occhio quando questi stessi consulenti si girano e mettono nel sacco contratti multimilionari di grandi fondazioni e governi per combattere la TBC e il cancro?

L'indagine ha scoperto la collaborazione di Bill Gates con aziende biotecnologiche americane e cinesi nello sviluppo di farmaci e vaccini contro la COVID-19. Usando il concetto di pool di brevetti, la sua BMGF, che vale $50 miliardi, ha formato un cartello di big-pharma sotto UNITAID.

 

Tali sovvenzioni nel settore della medicina e della sanità da parte di Bill Gates hanno portato scompiglio nelle nazioni, cosa che è stata recentemente esposta sulla scena mondiale da nientemeno che Robert F. Kennedy Jr, il nipote dell'ex presidente americano John F. Kennedy. E l'India è il loro campo di prova.

Anche il tanto ricercato farmaco COVID-19, l'idrossiclorochina, è stato testato dalla Compagnia delle Indie Orientali sul suolo indiano. L'OMS ha già avviato un progetto di sorveglianza della COVID-19 in India in collaborazione con il Ministero della salute e del benessere familiare. I dati raccolti attraverso la sorveglianza su larga scala saranno utilizzati per fare le future politiche della nazione indiana.