L'unica documentazione ufficiale disponibile delle conferenze stato-federali sul controllo della pandemia sembra rimanere sotto chiave per molto tempo. Questo emerge da una decisione della Cancelleria federale in risposta a una richiesta del Tagesspiegel secondo la legge sulla libertà d'informazione (IFG).

Legge sulla libertà d'informazione

La legge sulla libertà d'informazione garantisce l'accesso ai documenti ufficiali, a meno che non ci siano motivi di rifiuto. La cancelleria tedesca rifiuta l'accesso alle trascrizioni delle riunioni, citando la protezione delle delibere e decisioni ufficiali, così come la protezione del "nucleo della responsabilità esecutiva".

Di nuovo mercoledì

Un'altra conferenza con la cancelliera Angela Merkel (CDU) e i ministri dei Länder è prevista per mercoledì. Gli incontri nell'ufficio della cancelliera servono a coordinare meglio la politica sulla pandemia.

L'attuazione delle decisioni adottate congiuntamente è responsabilità dei Länder. Le decisioni "non sono giuridicamente vincolanti e sono di natura puramente politica", aveva dichiarato il governo.

È vero che i risultati sono per lo più annunciati pubblicamente subito dopo le riunioni. Tuttavia, la riunione è stata criticata, tra le altre cose, per la sua mancanza di trasparenza. Leggi qui.

Non è possibile capire in dettaglio come sono stati condotti i negoziati, chi ha contribuito a quali posizioni e come sono state prese le decisioni. Questo è stato sproporzionato rispetto all'eccezionale importanza della commissione nella lotta contro la pandemia.

"Segnalazione dei risultati per uso proprio"

La riunione è in parte filmata, ma non c'è una registrazione ufficiale. Secondo la Cancelleria federale, essa produce solo "brevi verbali dei risultati per il proprio uso", come è usuale nell'amministrazione. Tuttavia, questi verbali sono "confidenziali".

L'ufficio del cancelliere ha ora respinto una richiesta di divulgazione dell'IFG. La divulgazione comprometterebbe la "protezione di un imparziale e libero scambio di opinioni all'interno del governo federale, così come tra il governo federale e gli stati", secondo la decisione.

Questo era particolarmente vero in considerazione del fatto che la pandemia era un "processo dinamico di un fenomeno medico e sociale completamente nuovo". Era "imperativo" che il governo potesse sollevare, discutere e anche respingere idee "in uno spazio protetto".

Le singole deliberazioni della conferenza stato-federale non possono essere viste in modo isolato, dice, "ma si costruiscono l'una sull'altra" e formano un "processo continuo".

Tutto dipende dal corso della pandemia

Così, i protocolli rimangono chiusi al pubblico per il momento. Se il governo federale li rilascerà in futuro dipenderà dal corso della pandemia. L'accesso potrebbe quindi essere reso possibile solo quando il virus sarà diventato completamente innocuo e la pandemia sarà stata "superata" dal punto di vista del governo - forse mai. Il Tagesspiegel ha presentato un'obiezione contro il rifiuto dell'applicazione IFG, che ora deve essere decisa di nuovo dall'Ufficio del Cancelliere.

 


Qual è la tua reazione?

confused confused
2
confused
fail fail
2
fail
love love
3
love
lol lol
0
lol
omg omg
3
omg
win win
2
win