Ernst Wolff: Il colpo di stato del sistema finanziario digitale?


maxresdefault 1

La disastrosa gestione della crisi di Covid 19 è un segno della definitiva ottundimento delle élite dominanti del mondo, o corrisponde a un'intenzione perversa, secondo il motto "peggio è, meglio è".

Distruzione mirata dell'economia mondiale

In una conferenza di mezz'ora, Ernst Wolff documenta le tracce di una distruzione deliberata dell'economia mondiale, cioè la realizzazione del "Grande Reset" come descritto e voluto dal WEF di Davos. Ma attuato da una casta globalizzata che sta con le spalle al muro e si rifugia nella radicalizzazione.

Ernst Wolff trae speranza da questa osservazione: la rivolta del popolo, che è iniziata, può far cedere un potere interessato. Questa è la continuazione e la conclusione della conferenza dell'avvocato Reiner Fuellmich nel contesto del processo contro i responsabili della crisi di Covidian.

00 25

 

Sulla strada verso una valuta programmabile

E sappiamo già come dovrebbe essere questo sistema. Comporta la completa scomparsa del contante, delle banche nella loro forma attuale e l'introduzione del denaro digitale della banca centrale. L'obiettivo è che ognuno di noi abbia un unico conto bancario attraverso il quale vengono processate tutte le transazioni. Questo conto non sarà più tenuto da una banca commerciale, ma dalla banca centrale.

La ragione di questo piano è che il denaro digitale della banca centrale è programmabile (18:44). Poiché una banca centrale può creare quantità illimitate di denaro, i tassi di interesse negativi possono essere introdotti senza distruggere il sistema. Tuttavia, questa è tutt'altro che l'unica caratteristica del denaro digitale della banca centrale. Permetterebbe allo stato di monitorare tutte le transazioni (19:12), applicare aliquote fiscali differenziate a noi, e imporre multe a noi individualmente.

Lo stato potrebbe legare certe somme a una data di scadenza, obbligarci a spendere certe somme entro un certo periodo di tempo (19:33). Potrebbe anche rendere il denaro disponibile per uno scopo specifico, obbligandoci ad usare certe somme solo per comprare certi beni, o a spenderle solo in certe zone. Soprattutto, sarebbe in grado di tagliarci fuori da tutti i flussi di transazioni con un solo clic del mouse, tagliandoci fuori finanziariamente (20:04). La moneta digitale della banca centrale sarebbe il meccanismo di controllo sociale più efficace nella storia umana, completando una dittatura universale attraverso il denaro (20:25).

Le tattiche di sovversione

Tuttavia, tutto questo è soggetto a un grande ostacolo: la prevista resistenza popolare. È molto probabile che gran parte della popolazione non accetti questa forma di pagamento e che l'introduzione del denaro digitale della banca centrale porti a gravi disordini sociali.

Ed è proprio questa difficoltà che ha portato il complesso finanziario digitale a pensare di invertire il problema dell'introduzione di questa moneta (21:07). Invece di introdurre gradualmente questa moneta digitale della banca centrale e rischiare così una grande resistenza, hanno fatto il contrario, cioè gettare la società nel caos, per far apparire la moneta digitale della banca centrale come la soluzione di tutti i problemi, cioè sotto forma di reddito di base universale (21:35).

A coloro che ora pensano che questa sia solo un'altra teoria del complotto apparsa dal nulla, consiglio di osservare attentamente ciò che abbiamo visto negli ultimi diciotto mesi. Con il pretesto di combattere una malattia, sono stati causati danni devastanti e irreversibili, siano essi sanitari, economici o finanziari, i cui effetti dobbiamo ancora vedere (22:09).

Allo stesso tempo, ogni giorno si lavora per esacerbare questo danno. Allo stesso tempo, le divisioni nella società si approfondiscono sistematicamente e le differenze tra le persone aumentano. Tutto questo ci porta in una sola direzione: verso il disordine sociale e la guerra civile in tutto il mondo. E tutto questo è esattamente ciò che è previsto secondo tutte le informazioni che ho (22:46).

Quello a cui stiamo assistendo ora è un tentativo di provocare il massimo caos sociale con tutti i mezzi possibili, aspettare che il caos abbia raggiunto la sua massima intensità, e poi, con l'aiuto di una panacea chiamata "reddito di base universale", passare da una situazione di massimo caos a una di controllo totale (23:12). C'è una seconda ragione per cui un reddito universale è necessario dal punto di vista dei potenti.

Siamo nel mezzo della quarta rivoluzione universale, e nel prossimo periodo vedremo milioni e milioni di posti di lavoro persi a causa dell'uso dell'intelligenza artificiale. In altre parole, si perderanno milioni di consumatori e la domanda di beni di consumo diminuirà sempre di più. Dato che l'attuale modello economico si basa sul consumo, è necessario impedire la discesa verso questo percorso fatale per mantenerlo in vita. E questo può funzionare solo se il denaro viene distribuito ai consumatori disoccupati, anche se sono disoccupati (24:09).

Un'apocalisse preparata e pianificata

Così vediamo che ciò a cui abbiamo assistito negli ultimi diciotto mesi e ciò a cui stiamo assistendo ora sta chiaramente seguendo un piano; e questo piano può essere formulato come segue: Smantellare il sistema attuale a beneficio dell'élite, portando il massimo caos economico e sociale, e stabilire un nuovo sistema a beneficio dell'élite con il pretesto di fornire aiuti umanitari (24:42).

Questo piano si trova in due libri, The Fourth Industrial Revolution e The Great Reset, di Klaus Schwab, in cui il World Economic Forum gioca un ruolo chiave nello sviluppo e nella realizzazione di questa agenda. Il WEF è riuscito a diventare una delle più importanti piattaforme del complesso finanziario digitale negli ultimi 50 anni, riunendo prima i leader del business, poi i politici, poi i rappresentanti dei media, e più tardi ancora l'alta aristocrazia e il mondo dello spettacolo, e sottoponendoli a una formazione mirata a partire dagli anni '90 (25:33).

Oggi sappiamo che dal 1992 i "Global Leaders of Tomorrow" e dal 2005 i "Young Global Leaders" sono stati sistematicamente e sempre più formati e che sono proprio queste persone che ora sono al posto di guida. Che si tratti di Bill Gates, Jeff Bezos o Jack Ma del settore digitale, del CEO di BlackRock Larry Fink, della direttrice del FMI Kristalina Georgieva o dell'ex direttore della Banca d'Inghilterra Mark Carney del settore finanziario, o di Emmanuel Macron, Sebastian Kurz o Angela Merkel del settore politico, sono stati tutti formati dal WEF o fanno parte dei suoi organi direttivi (26:38).

E non sono solo i 1.300 membri di questa piccola élite di leader, strettamente collegati in rete, a tirare i fili in tutto il mondo. Dal 1992, il WEF ha riunito e messo in rete altri 10.000 modellatori globali sotto i 30 anni che ora lavorano per influenzare il mondo nella giusta direzione (27:08). Chiunque voglia sapere come dovrebbe essere questo mondo dovrebbe leggere le opere del fondatore del WEF, Klaus Schwab.

E se non siete ancora convinti che ciò che abbiamo vissuto e stiamo ancora vivendo ha un piano, dovreste dare un'occhiata alla data di pubblicazione del "Grande Reset" di Schwab. Pubblicato il 9 luglio 2020, appena quattro mesi dopo l'lockdown globale, il libro contiene già istruzioni dettagliate su come l'COVID-19 può essere usato per, nelle parole di Schwab, "distruggere creativamente il mondo e costruirne uno nuovo", esponendo una visione dell'uomo che ricorda i giorni più bui del nazismo (28:02).

Lo so, è tutto terrificante, come un'apocalisse meticolosamente preparata. E in effetti l'agenda che si sta perseguendo non solo è ovviamente pianificata, ma difficilmente può essere superata in malizia e subdolo. Chi avrebbe mai immaginato che l'economia mondiale sarebbe crollata con il pretesto di proteggere la gente dagli effetti di una malattia, che la gente sarebbe stata privata della libertà di viaggiare, di riunirsi, di parlare e di esprimere liberamente le proprie opinioni, e che più di 100 milioni di persone sarebbero state condannate a morire di fame, tutto presumibilmente per la protezione della propria salute.

E chi avrebbe mai pensato che un eugenista dichiarato di nome Klaus Schwab potesse trovarsi nella posizione non solo di diffondere la sua visione infernale della fusione tra uomo e intelligenza artificiale in tutto il mondo, ma anche di trovare 10.000 aiutanti per portarla avanti (29:18). Questi sono tutti eventi estremamente inquietanti che dobbiamo vivere e soffrire, i cui dettagli dovrebbero far gelare il sangue a qualsiasi normale essere umano pensante e sensibile.

La follia porta al fallimento

Ma - e ora vengo al messaggio più importante che voglio dare stasera - c'è un altro lato in tutto questo, un lato molto diverso, un lato che dovrebbe darci un enorme slancio e forza in abbondanza per i compiti che abbiamo davanti. I piani dell'élite, e la visione di Klaus Schwab, sono davvero destinati a fallire, per diverse ragioni (30:11). La ragione principale è che la narrazione di un virus mortale, che minaccerebbe l'esistenza stessa dell'umanità, non sarà sostenibile. Possiamo già vedere come l'impalcatura di menzogne si stia sgretolando davanti ai nostri occhi, e come, per giustificarla, si utilizzino argomenti sempre più assurdi e calunnie sempre più furiose (30:39).

A questo punto, è importante capire che la veemenza che i media mettono in moto non è un segno di forza ma di debolezza. Colui che, con sempre maggiore insistenza, diffonde bugie sempre più assurde come la "pandemia dei non vaccinati", che dichiara che le persone sane sono il fattore di rischio numero uno nella società, che porta un intero paese ad un punto morto a causa di una manciata di persone malate o positive al test, lo fa solo perché è alla fine della sua corda e, nella sua disperazione, si scaglia alla cieca contro coloro che lo circondano (31:21)

Abraham Lincoln disse: "Puoi mentire ad alcune persone per tutto il tempo; puoi mentire a tutte le persone per un po' di tempo; ma non puoi mentire a tutte le persone per tutto il tempo". Questo è esattamente ciò che sta accadendo nel nostro tempo. E questo ha, naturalmente, un immenso significato per noi. Perché apre, ironicamente, ciò che Klaus Schwab chiama "una finestra di opportunità" - tranne che si apre con una dinamica esattamente opposta (32:07).

Infatti, grazie alla disintegrazione della narrazione, la credibilità di coloro che ci hanno portato a questa situazione viene minata ogni giorno più profondamente, aprendo una finestra di tempo per una potente e ampia campagna di illuminazione per tutti noi. Le condizioni oggettive per illuminare la gente sui fatti reali dietro la cosiddetta pandemia, sui veri rapporti di potere nel mondo, e sulle vere minacce che affrontiamo non sono mai state migliori di oggi (32:51). E migliorano ogni giorno di più, perché l'altra parte deve impigliarsi sempre di più in bugie sempre meno credibili.

E anche se il complesso finanziario digitale riuscisse a introdurre la nuova moneta, non sarebbe comunque la fine del mondo. Infatti, la moneta digitale della banca centrale può funzionare solo in combinazione con un sistema completo di vincoli. Nuovi controlli sui prezzi dovranno essere costantemente introdotti, il reddito di base universale dovrà essere costantemente aumentato, e si dovrà generare vigorosamente un'inflazione permanente, che a sua volta porterà ad un continuo impoverimento della popolazione e ad un conflitto permanente con lo stato e le autorità (33:49).

Quello che dobbiamo sapere è questo: siamo sicuramente sulla soglia di un periodo di turbolenza e pericolo. Ma abbiamo un vantaggio storico: sta nel fatto che quelli dell'altra parte non agiscono secondo le leggi della ragione, ma sono spinti da motivi come l'avidità e la sete di potere, e per questo non possono fare altro che mettersi sempre più nei guai (34,21).

Dobbiamo approfittarne e tenerlo a mente: l'altra parte può avere più soldi, più beni e tutte le armi del mondo, ma il suo potere non risiede nei suoi soldi, nei suoi beni e nemmeno nelle sue armi, ma in uno e un solo fattore: l'ignoranza della maggioranza del popolo, o per dirla in un altro modo, il fatto che la maggioranza non vede attraverso il gioco che la minoranza sta facendo con lei (35:01).

Qualunque atrocità il complesso finanziario digitale abbia commesso negli ultimi diciotto mesi e continui a commettere con i suoi tirapiedi, si è chiuso in una situazione dalla quale non potrà uscire e nella quale dovrà, nella sua disperazione, attraversare sempre più linee rosse (35:25). Per tutti noi, ciò significa che dobbiamo, in questa situazione eccezionale, semplicemente: mantenere la calma, smascherare risolutamente le menzogne e mostrare così alla gente, pezzo per pezzo, perché e da chi viene ingannata.

Se lo facciamo, e se ricordiamo la forza dei nostri argomenti, allora non solo saremo in grado di risolvere i problemi attuali, ma forse raggiungeremo qualcosa di molto più grande, cioè: usare una delle crisi più profonde che l'umanità abbia mai affrontato per invertire la rotta della storia mondiale, e quindi aprire la porta a una nuova era in un colpo solo. Vi ringrazio per questo.