Il vaccino antinfluenzale aumenta il rischio di infezione da Coronavirus?


Vaccine Working Nurse Tetanus Flu Influenza Medicine e1630944447636

Un nuovo studio pubblicato sulla prestigiosa rivista Vaccine, una rivista medica peer-reviewed, pubblicata da Elsevier, dal titolo Influenza vaccination and respiratory virus interference among Department of Defense personnel during the 2017-2018 influenza season, rivela che la vaccinazione antinfluenzale può aumentare il rischio di infezione da altri virus respiratori - un fenomeno noto come virus interference.

Lo scopo dello studio era quello di valutare i cosiddetti "disegni di studio negativi ai test", che sono utilizzati per calcolare l'efficacia del vaccino antinfluenzale senza considerare gli effetti che il vaccino antinfluenzale può avere nel cambiare il rischio di infezione per altri virus che possono causare malattie respiratorie, che gli autori sottolineano può risultare in, "potenzialmente distorcere i risultati di efficacia del vaccino in direzione positiva". Essi elaborano ulteriormente:

 

"Il fenomeno dell'interferenza virale va contro l'assunto di base dello studio sull'efficacia del vaccino test-negativo, secondo cui la vaccinazione non cambia il rischio di infezione con altre malattie respiratorie, quindi potenzialmente distorce i risultati dell'efficacia del vaccino in direzione positiva. Questo studio ha voluto indagare l'interferenza dei virus confrontando lo stato dei virus respiratori tra il personale del Dipartimento della Difesa in base al loro stato di vaccinazione antinfluenzale. Inoltre, sono stati esaminati i singoli virus respiratori e la loro associazione con la vaccinazione antinfluenzale".

I risultati dello studio volano direttamente di fronte alle recenti raccomandazioni sanitarie che si dovrebbe ottenere un vaccino antinfluenzale per proteggersi dal Coronavirus-19.

88136901 10157926137608490 2585598465702625280 n

Secondo lo studio, "l'interferenza virale derivata dal vaccino era significativamente associata al coronavirus e al metapneumovirus umano". Più specificamente,

"Esaminando i virus non influenzali in particolare, le probabilità di entrambi i coronavirus e metapneumovirus umano in individui vaccinati erano significativamente più alti rispetto agli individui non vaccinati (OR?=1.36 e 1.51, rispettivamente) (Tabella 5).

Questo rappresenta un 36% e 51% aumento del rischio di coronavirus e metapneumovirus umano in individui vaccinati contro l'influenza, rispettivamente.

Screen Shot 2020 03 13 at 3 06 37 PM

While the study did find there was significant protection with flu vaccination against most influenza viruses, including also parainfluenza, RSV, and non-influenza virus coinfections, previous research raises red flags. A 2018 study published in PNAS found that  receiving a flu vaccination in the current and previous season may increase aerosol shedding of flu particles 6.3 times more as compared with having no vaccination in those two seasons.