Gli scienziati si preoccupano delle sostanze tossiche nelle maschere per il viso comunemente usate?


Gli scienziati tedeschi hanno scoperto sostanze chimiche pericolose in alcune delle maschere in vendita e utilizzate dal grande pubblico.

Sono anche preoccupati che l'uso continuato di questi dispositivi crei seri problemi di salute per gli utenti, poiché respirano inconsapevolmente sostanze cancerogene, allergeni e minuscole microfibre sintetiche depositate nei loro polmoni, secondo i media alternativi Ecotextile del 1 aprile.


Le maschere facciali fabbricate e vendute al pubblico non soddisfano gli stessi standard delle maschere utilizzate dal personale medico.

Uno degli specialisti che mette in guardia su questi rischi è il professor Michael Braungart, direttore dell'Istituto Ambientale di Amburgo e cofondatore del famoso standard ambientale Cradle to Cradle.

"Quello che respiriamo attraverso la bocca e il naso è in realtà un rifiuto pericoloso", sostiene Braungart.

Braungart ha rilevato sostanze chimiche cancerogene come l'anilina, la formaldeide e gli sbiancanti ottici fortemente limitati nei beni di consumo dalle autorità europee e statunitensi.

Altri scienziati hanno trovato una forte contaminazione di fluorocarburi pericolosi, formaldeide e altre sostanze potenzialmente cancerogene nelle maschere chirurgiche.

"Posso solo dire al 100% che ho preoccupazioni simili a quelle del Prof. Braungart", ha notato l'eminente chimico, CEO e co-fondatore di Modern Testing Services Augsburg (Germania), il Dr. Dieter Sedlak.

La Cina è il primo paese al mondo a produrre maschere, e l'85% proviene da fabbriche legate al PCC, che hanno sollevato preoccupazioni per alcune carenze nei processi e l'opacità delle catene di approvvigionamento, riporta il Daily Mail.


L'uso stesso delle maschere è controverso. Il giornalista italiano Cesare Sacchetti sostiene che la pandemia è una bufala e illustra la falsa protezione attribuita all'uso costante delle maschere contrapponendola alla diminuzione delle infezioni del Texas quando le maschere non vengono più usate.