I medici esperti in armi biologiche chiamano i vaccini COVID "medicina armata"?


Mentre alcuni medici stanno incoraggiando le persone a mettersi in fila per il loro vaccino COVID-19, altri stanno coraggiosamente parlando del perché affrettarsi a ottenere un colpo non testato potrebbe non essere una buona idea.

Gli attuali vaccini contro il coronavirus sono pericolose armi biologiche

La dottoressa Lee Merritt, ex presidente dell'Associazione dei medici e chirurghi americani, ha ammesso che crede che gli attuali vaccini contro il coronavirus siano in realtà delle armi biologiche molto pericolose che vengono impiegate contro la popolazione.

La dottoressa Merritt conosce bene le armi biologiche, avendole studiate mentre serviva come chirurgo ortopedico per la Marina degli Stati Uniti per quasi un decennio. Ha anche pubblicato diversi articoli peer-reviewed ed è stata nel consiglio dell'Arizona Medical Association.

In un'intervista con The New America, la dottoressa Merritt ha detto che crede che stiamo vivendo in un'epoca di "guerra di quinta generazione" in cui agenti biologici segreti, propaganda e guerra economica vengono usati al posto delle armi sul campo di battaglia per cambiare il corso del potere tra le nazioni. Leggi qui.

Ha detto che i vaccini sono più efficaci quando sono usati per virus mortali e non trattabili come la polio e il vaiolo. Tuttavia, gli scienziati hanno già trovato alcuni trattamenti promettenti per il coronavirus, come l'idrossiclorochina e la vitamina C somministrata per via endovenosa, il che fa chiedere perché un vaccino è così urgente.

Ha dichiarato: "Se siamo alla guerra biologica in questo momento come parte di questa guerra multidimensionale, se hai un trattamento nella tua tasca posteriore, non possono terrorizzarti con i virus e questo è importante perché... [il vaccino] non impedisce la trasmissione per loro stessa ammissione".

Naturalmente, i media censurano regolarmente le informazioni sui modi efficaci per prevenire e trattare la malattia, lasciando le masse a credere che un vaccino sia l'unica opzione. Anche i social media stanno facendo del loro meglio per mettere a tacere coloro che condividono informazioni sui modi naturali per ridurre il rischio, e le principali piattaforme stanno anche facendo gli straordinari per impedire alle persone di discutere i potenziali pericoli di questi vaccini.

I vaccini COVID-19 non sono affatto come i vaccini tradizionali

Sfortunatamente, come lei sottolinea, i vaccini contro il coronavirus non sono niente di simile ai vaccini che abbiamo usato a lungo. Con questi vaccini, l'RNA messaggero viene iniettato nel corpo delle persone, che cambia il loro codice genetico in modo da iniziare a produrre la propria versione modificata del virus, che il sistema immunitario impara a combattere - almeno in teoria.

Tuttavia, non solo questo particolare vaccino non è mai stato testato a lungo termine, ma questo intero approccio alla vaccinazione non è mai stato sottoposto a studi a lungo termine per dimostrare la sua sicurezza negli esseri umani. Gli studi sugli animali hanno mostrato un "potenziamento anticorpo-dipendente" che vede il virus farsi strada nel corpo senza essere rilevato perché il sistema immunitario di una persona lo vede come parte del corpo, dice, il che può causare una morte rapida.

Infatti, dice che il periodo più lungo che hanno seguito le persone dopo aver ricevuto il vaccino è di due mesi, che non è abbastanza tempo per determinare se ci sarà un problema di aumento degli anticorpi.

Questo, dice, è precisamente il modo in cui un avversario straniero potrebbe condurre una guerra biologica clandestina sui suoi nemici senza che il processo possa essere ricondotto a loro.

È una forma di medicina armata...

Lei chiama i vaccini "una perfetta arma binaria", dicendo: "Non c'è modo di sapere esattamente a cosa è programmato quell'mRNA e nemmeno tu e nemmeno la maggior parte dei medici. I medici non possono arrivare a quei dati. Questo è per i ragazzi in cima a questo progetto... Se fossi la Cina e volessi abbattere i nostri militari, farei semplicemente un mRNA che so che non esiste in natura così nessuno morirà per un vaccino e poi due anni dopo, rilascio qualsiasi cosa sia quello che ho fatto... e provoca questa morte da rafforzamento immunitario".

Quando si vedono tutti i filmati di persone che si rimboccano orgogliosamente le maniche per ottenere il vaccino contro il coronavirus, è abbastanza spaventoso pensare a cosa potrebbe accadere se il dottor Merritt ha ragione e le masse vengono volontariamente iniettate con una forma di medicina armata.