Zuckerberg ha detto ai leader mondiali di decidere ciò che le persone possono dire?


Mark Zuckerberg ha ceduto alla pressione del governo per regolare il discorso su internet.

Durante un incontro con i leader mondiali, il CEO di Facebook Mark Zuckerberg ha chiesto ai governi di definire ciò che le persone sono autorizzate a dire online.

Nuovo attacco alla libertà di parola

Ci sono stati molti paesi nel mondo che hanno cercato di imporre misure restrittive sui commenti che possono essere pubblicati su internet.

Nella maggior parte dei casi, i politici hanno sostenuto che queste leggi sarebbero un modo per prevenire la diffusione di false informazioni e una soluzione per eliminare le molestie su internet.

Contro ogni previsione, uno dei social network più popolari al mondo, Facebook, sembra aver dato il via libera ai politici per applicare le controverse regole per controllare l'opinione pubblica.

La decisione di Zuckerberg

Durante la Munich Security Conference 2020, tenutasi tra il 14 e il 16 febbraio, più leader mondiali si sono riuniti per discutere le politiche di sicurezza sociale di oggi.

Sabato 15, il CEO di Facebook Mark Zuckerberg ha partecipato alla conferenza come partecipante, offrendo una serie di dichiarazioni controverse che potrebbero essere il risultato della pressione dei paesi europei e degli Stati Uniti.

Zuckerberg ha detto all'assemblea dei leader occidentali alla conferenza sulla sicurezza di Monaco che:

"Ci dovrebbe essere più guida e regolamentazione da parte degli stati su fondamentalmente - prendete la pubblicità politica come esempio - quale discorso dovrebbe essere permesso"

In termini semplici, Zuckerberg ha chiesto ai governi di definire quali tipi di discorso o commenti sono disposti ad accettare sui social network e altri siti web.

Zuckerberg ha detto che ci dovrebbe essere una guida migliore da parte dei governi su ciò che è legale o non dire su internet, usando il discorso politico come esempio.

Nonostante tutti gli sforzi fatti da aziende come Google affinché queste leggi non vengano approvate, le dichiarazioni di Zuckerberg potrebbero essere ciò di cui i politici hanno bisogno per riprendere i tentativi di attuarle.

Durante il suo discorso alla conferenza sulla sicurezza di Monaco, Zuckerberg ha detto che questi regolamenti dovrebbero essere "equilibrati", accettati dalla società e applicati ugualmente a tutti.

Tuttavia, raggiungere un tale equilibrio si è dimostrato virtualmente impossibile in passato, poiché una volta che un governo inizia a vietare le opinioni, semplicemente inizia a rimuovere più discorsi fino a eliminare qualsiasi critica negativa nei loro confronti.