Sapevate che la segregazione è già iniziata negli Stati Uniti?


Un concetto di salute e sicurezza di un individuo che viene segregato e protetto dagli altri dipendenti a causa di malattia, coronavirus, salute, benessere, crimine, frode o comportamento.

Kongiganak, un villaggio di meno di 500 persone in Alaska, sta richiedendo agli abitanti, la stragrande maggioranza dei quali sono nativi americani, di essere completamente vaccinati per essere idonei a qualsiasi acquisto in persona.

Secondo l'AP, più di un terzo dei residenti di Kongiganak ha contratto il coronavirus Wuhan e solo due ne sono morti. Ma non è chiaro quanti di coloro che hanno presumibilmente contratto il virus avevano sintomi o se erano gravi. Leggi qui.

Sheila Phillip, la segretaria del Consiglio tradizionale di Kongiganak, ha detto che "le persone che sono completamente vaccinate possono entrare nei due negozi del villaggio se indossano maschere e seguono le linee guida di allontanamento sociale". Leggi qui.

Le persone che non hanno ricevuto colpi sperimentali di coronavirus, tuttavia, "possono ancora fare ordini telefonici e i loro ordini sono consegnati a casa loro", ha detto Phillip.

Harvey Paul, direttore generale della Qemirtalek Coast Corporation, che vende generi alimentari, lascia entrare nel suo negozio solo quattro persone alla volta. Paul ha spiegato che una lista viene fornita dalla tribù con i nomi delle persone vaccinate. Coloro che entrano nel negozio devono essere sulla lista per essere autorizzati a fare acquisti.

"Ogni due giorni ci danno una nuova lista", ha detto Paul. "La lista continua a diventare sempre più grande. Questo è un buon segno, sapete?".

Paul crede che costringere le persone a essere vaccinate per poter acquistare di persona cibo e altri beni sia una buona cosa.

"Dà loro l'incentivo: 'Ehi, guarda, è meglio che mi vaccini anch'io così posso andare al negozio'", ha detto Paul. "Il modo migliore per frenare questo virus è quello di farsi vaccinare".

I negozi vicini a Bethel e in altri villaggi del delta dello Yukon-Kuskokwim permettono agli acquirenti non vaccinati di entrare nel negozio. Tuttavia, anche lo Yukon-Kuskokwim Fitness Center sta praticando la segregazione. Ha riaperto il 1° marzo, ma solo a persone completamente vaccinate. Leggi qui.

Il direttore del Fitness Center Stacey Reardon ha spiegato in un'intervista con KYUK Public Media i piani per la verifica degli individui vaccinati: "Al check in, tutti devono mostrare la loro carta di vaccinazione CDC e un documento d'identità con foto".

Tuttavia, un edificio pieno di soli vaccinati non significa che le maschere siano facoltative. Ha detto Reardon:

"Tutti devono indossare maschere per tutto il tempo. E ci sono solo due eccezioni: mentre si nuota e mentre si fa la doccia".

Non è chiaro se saranno fatte eccezioni per le donne incinte o per le persone che sono allergiche agli ingredienti dei vaccini contro il coronavirus, che non sono approvati dalla Food and Drug Administration ma hanno solo ottenuto l'autorizzazione di emergenza (EUA). Non è nemmeno chiaro se le persone che sono andate in shock anafilattico subito dopo aver ricevuto il vaccino o hanno avuto un'altra grave reazione ad esso e quindi non hanno ricevuto una seconda dose saranno mai ammesse nei negozi "solo per i vaccinati".