In che modo il test PCR viene utilizzato in modo scorretto per individuare i presunti casi di Sars-Cov-2?


Dr. Kary Mullis inventor of the PCR technique e1623061804128

Come persona con una conoscenza più che adeguata delle scienze mediche e cliniche insieme ad una certa esperienza di ricerca post-laurea nella mappatura fisica utilizzando tecniche di genetica molecolare, vorrei contribuire alla nostra comprensione di questa reazione di amplificazione e come le informazioni derivate da essa potrebbero essere molto fuorvianti quando viene utilizzata per diagnosticare presunte "infezioni" in quasi tutto e tutti al giorno d'oggi.

Il protocollo RT-PCR

Non è divertente trovare tamponi umani, campioni di Coca-Cola e alcuni frutti tutti positivi per la "Sars-Cov- 2" usando il protocollo RT-PCR mentre le istruzioni del kit, il foglio informativo allegato, così come la stampa sulla scatola informano chiaramente gli utenti che il test kit rileva solo la Sars-Cov-1?

Sospetto che il "test PCR" sia stato scelto intenzionalmente per la sua potenziale non-specificità che è stata molto utile per coloro che desiderano ingannarci poiché è così facile manipolare il suo protocollo per soddisfare diversi scopi.

Risultati specifici potrebbero essere generati sulla base di requisiti per soddisfare certe narrazioni politiche al fine di creare l'illusione di alti tassi di un immaginario, specifica infezione (alti tassi di falsi positivi) in diverse popolazioni e che appaiono in tempi diversi.

Tendenze a rotazione di presunte infezioni Covid-19, tendenze a rotazione dell'abbattimento dei nostri diritti e libertà, il tutto in perfetta armonia con le tendenze a rotazione di diversi vaccini presentati come l'unica via d'uscita parziale dai nostri problemi, mentre ci viene anche detto che le cose potrebbero non tornare mai alla normalità.

E per assicurarsi che l'analisi sistematica dei risultati non sollevasse molti sospetti di parzialità, si poteva fabbricare un certo grado di variabilità naturale attraverso l'incorporazione di alcuni risultati di test negativi.

La PCR non può diagnosticare assolutamente nulla di utile. Secondo me, essere positivi al test è come testare gli esseri umani per le cellule epiteliali (che tutti noi possediamo) e poi confermare che effettivamente tutti gli esseri umani hanno tali cellule ma fingere che quelle cellule provengano da un'entità non umana.

Permettetemi di fare un'altra analogia.

Come potrebbe il ritrovamento di alcune viti molto piccole, comuni, ordinarie, casuali, che si possono trovare su un sentiero durante un'escursione, provare necessariamente e categoricamente che le viti appartenevano a un modello di automobile, prodotto in una data specifica e da un produttore specifico o che quelle viti appartenevano a qualcosa di completamente diverso; forse parte di un gadget?

Insidie significative

Qui ci sono delle insidie significative associate alle tecniche PCR/RT-PCR per la presunta rilevazione della Sars-Cov-2 e la diagnosi della Covid-19. Le specificità della tecnica PCR/RT-PCR che potrebbero prestarsi alla manipolazione e alla fabbricazione di un'illusione e alla creazione di paura e ansia:

1. Dimensione dell'amplicone (prodotto amplificato): Più piccola è la sua dimensione, più alta è la probabilità che il prodotto possa essere trovato su una varietà di sequenze di DNA da una varietà di organismi; inclusi gli umani.

Ecco perché la PCR non dovrebbe essere usata per la diagnosi clinica. Le dimensioni dei segmenti di DNA amplificati, che presumibilmente codificano solo per varie proteine della Sars-Cov-2, sono molto piccole; circa 112 bp di lunghezza o poco più.

I nostri corpi sono inondati da DNA e varie molecole di RNA che fluttuano costantemente sia a livello intracellulare che extracellulare.

L'amplificazione in laboratorio di un presunto, specifico, brevissimo segmento di DNA/RNA non prova l'esistenza di alcun virus o batterio e non potrebbe mai prevedere la malattia e la morte.

Vorrei rimandare alle dichiarazioni passate e alle interviste del dottor Karry Mullis, il premio Nobel e l'inventore della PCR, riguardo ai limiti di questa tecnica.

2. La lunghezza dei tuoi primer di DNA (primer forward e reverse, sempre una coppia), le loro sequenze e le loro rispettive concentrazioni e volumi potrebbero essere alterati influenzando così la specificità dell'annealing e il tasso di amplificazione delle molecole di DNA/RNA target.

3. I tipi di enzimi (trascrittasi inversa e polimerasi), le loro concentrazioni, i loro volumi e le loro modifiche chimiche prima dell'uso possono influenzare il tasso di produzione, la specificità dell'amplificazione e la fedeltà (precisione) dell'amplificazione.

4. La temperatura di denaturazione e la durata della denaturazione possono essere facilmente modificate sulla macchina per PCR.

L'estensione della denaturazione del DNA determina poi se i primer si legano specificamente al "DNA bersaglio" o non specificamente a se stessi nella fase successiva. Questi fattori influenzano anche l'attività dell'enzima polimerasi, la sua emivita e la resa.

5. La temperatura di ricottura e la durata della ricottura potrebbero essere facilmente alterate sulla macchina per il ciclaggio termico della PCR, influenzando così il fatto che la coppia di primer si leghi al loro "bersaglio DNA" in modo specifico o non specifico ad altri pezzi di DNA o addirittura si leghi a se stessa.

Questi fattori influenzano anche l'attività dell'enzima polimerasi così come la resa dei bersagli specifici e non specifici del DNA.

6. La temperatura di amplificazione e la durata dell'amplificazione possono essere facilmente modificate sulla macchina per il ciclo termico della PCR, influenzando così il fatto che i primer rimangano legati al DNA bersaglio e l'attività, l'emivita e la fedeltà dell'enzima polimerasi, nonché la resa specifica e non specifica del DNA di varie fonti.

7. Il numero di cicli di amplificazione PCR/ RT-PCR in esecuzione sulla macchina di termociclaggio potrebbe essere modificato per influenzare direttamente quanto prodotto amplificato viene fatto e se il campione sarebbe facilmente rilevabile (misurando la luce di fluorescenza emessa) o no.

Questo potrebbe aumentare o diminuire il numero di falsi positivi secondo le narrazioni prescritte in caso di comportamenti non etici o di veri errori di laboratorio.

Più alto è il numero di cicli, maggiore è la probabilità di amplificazione di bersagli non specifici.

8. La concentrazione e il volume del pool di soluzione RNA/DNA influenzano il grado di amplificazione.

9. Le concentrazioni e i volumi della soluzione di deossiribonucleotidi trifosfati (dNTPs) marcati con la fluorescenza potrebbero anche influenzare la grandezza dell'amplificazione.

Un'enorme quantità di DNA/RNA nella reazione fin dall'inizio potrebbe garantire una maggiore resa di falsi positivi.

10. Il rapporto tra la concentrazione di dNTP marcati con la fluorescenza e la concentrazione di DNTP non marcati potrebbe anche influenzare la quantità di segnale del DNA percepito e quindi il numero di falsi positivi che potrebbero essere rilevati.

11. Contaminanti e inibitori enzimatici potrebbero generare risultati falsi positivi e falsi negativi.

12. Il presunto bersaglio RNA appartenente al "presunto virus" non è e non è mai stato isolato e purificato prima della sua amplificazione nella macchina PCR.

Un campione di tampone conterrà una miscela di DNA e RNA così come enormi quantità di proteine appartenenti a cellule umane, vari batteri, virus, protozoi e specie fungine.

13. La concentrazione ionica, il volume e il pH della soluzione tampone usata nella reazione potrebbero essere alterati.

14. La manipolazione e la preparazione degli ingredienti prima del posizionamento sulla macchina per il ciclo termico potrebbe anche influenzare il numero di falsi positivi.

15. L'acqua usata nella reazione potrebbe non essere sterile (contaminata).

16. Le presunte sequenze di primer Sars-Cov-2 sono complementari a centinaia di molecole di DNA batterico e umano:

Se si fa una lista di tutte le diverse coppie di primer che sono state utilizzate nella tecnica PCR per individuare il presunto "Sars-Cov 2" in tutto il mondo e si confrontano le loro sequenze con le sequenze di dati del genoma batterico e umano, utilizzando il sito web BLAST come esempio, si troverebbero centinaia di corrispondenze di sequenza quasi perfette tra ciò che si presume essere porzioni di varie sequenze di geni Sars-Cov 1 e Sars-Cov 2 e sequenze di DNA umano e batterico.

Le varie coppie di primer utilizzate nel rilevamento del presunto virus SARS-COV 2 mostrano almeno 90% di omologia di sequenza con tra 4-93 segmenti di DNA umano e 100 segmenti di DNA batterico (sito greenmedinfo.com).

Il primer forward in isolamento, il primer reverse in isolamento ed entrambi in combinazione raccolgono centinaia di sequenze di DNA umano e batterico corrispondenti.

E per quanto ne so, nessuno ha ancora esaminato le somiglianze di sequenza e l'abbinamento incrociato tra le sequenze di primer Sars-Cov 1 e Sars-Cov 2 (utilizzati nella PCR e RT-PCR per la rilevazione dei presunti virus) e le sequenze di DNA di funghi e parassiti.

E non sarei affatto sorpreso se queste sequenze corrispondessero anche a squenze genomiche vegetali.

Se le sequenze della coppia di primer corrispondono a centinaia di bersagli di DNA umano e batterico, allora i bersagli dell'amplificazione sono anche di origine umana e batterica e non di origine "virale".

Tuttavia, poiché i tamponi testati contengono molto più DNA/RNA umano che materiale genetico batterico, virale, fungino e protozoario allora, è altamente probabile che gli alti tassi di risultati falsi positivi dei test PCR usati per rilevare presumibilmente la Sars-Cov 2 stiano in realtà solo rilevando sequenze di DNA umano e nient'altro.

Indipendentemente dal fatto che siano stati commessi errori intenzionali (imbrogli) o non intenzionali nelle reazioni PCR, i dati suggeriscono che la PCR potrebbe rilevare centinaia di sequenze di DNA batterico e umano apparentemente ritratte come sequenze Sars-Cov 1/2; causando enormi impennate nei tassi di falsi positivi e quindi un livello non misurabile di ansia e paura nelle popolazioni.

Se ci sono errori intenzionali e manipolazioni delle condizioni della RT-PCR, allora ci si dovrebbe aspettare tassi ancora più alti di amplificazioni non specifiche, fuorvianti e casuali delle sequenze bersaglio del DNA umano e batterico e ancora più tassi di falsi positivi che indicano tendenze dei dati distorte e in armonia e risonanza con certi obiettivi e annunci politici ufficiali in determinati momenti.

In questo scenario, ci si deve aspettare un'enorme polarizzazione verso l'amplificazione dei casi (falsi positivi), mani nei guanti e in perfetta armonia con la diffusione della propaganda creata per guidarci in un percorso programmato e preconcetto del pifferaio magico.

17. L'amplificazione delle molecole di DNA bersaglio non richiede una corrispondenza perfetta tra la sequenza del DNA e le sequenze dei primer:

Con solo un'omologia 50% tra la sequenza del DNA sconosciuto e le sequenze dei primer, sarebbe ancora possibile amplificare il DNA di esseri umani, batteri, funghi e protozoi e poi generare risultati di test falsamente positivi a seconda dell'impostazione delle condizioni della PCR e della sequenza e lunghezza delle coppie di primer.

Il prodotto amplificato della PCR potrebbe facilmente essere DNA umano mascherato da DNA virale!

Coloro che credono nel controllo assoluto ci costringono non solo a indossare maschere, ma sembrano anche mascherare e coprire i veri obiettivi della reazione di amplificazione PCR che sembra essere DNA umano, DNA batterico, RNA naturale, ecc.

Dati falsi positivi

Si potrebbe facilmente avere una situazione in cui si ha lo stesso paziente/caso, la stessa infermiera, lo stesso tecnico, lo stesso campione, la stessa ora e data, la stessa attrezzatura ma risultati diversi, il che è un totale e assoluto non-senso.

Il metodo PCR è usato per amplificare chimicamente un pezzo molto breve di DNA non specifico al fine di generare dati falsi positivi; inducendo e amplificando frequenti e regolari traumi psicologici, caos, danni incalcolabili alla vita delle persone e follia. Il suo valore esoterico potrebbe essere quello di indurre controllo, obbedienza, conformità, incertezza, confusione, conformità e mancanza di fede nella logica e nel buon senso.

Tutte queste pratiche, politiche e risposte ripugnanti stanno uccidendo e torturando psicologicamente esseri umani innocenti.

Se siete determinati a ingegnerizzare socialmente le popolazioni creando una tempesta in una tazza da tè, potreste manipolare la tecnica PCR per fabbricare dei casi.

Improvvisamente e per qualche magia, un piccolissimo, insignificante, innocuo, irrilevante pezzo di DNA fluttuante potrebbe essere amplificato miliardi di volte e diventare improvvisamente visibile, rilevante, onnipotente, onnipresente e irriverente. Uno strumento teatrale per fomentare la confusione, la paura e il caos facendoci spaventare da un virus immaginario.

Se ti capita di risultare positivo, ti etichettano come avente Covid-19 e, se per caso i risultati del tuo test sono negativi, è stato riferito che potrebbero scegliere di continuare a ripetere il test 30 volte o più al fine di ottenere un successo su 30; forzando i risultati falsi positivi.

E poi, attraverso la pura persistenza e l'imbroglio ti trovano finalmente positivo e improvvisamente il numero totale di casi salirebbe di una cifra pari a 30. Solo perché il laboratorio potrebbe aver ripetuto il tuo test 30 volte, contano il tuo caso come trenta casi!

Ci sono così tanti modi in cui i politici usano trucchi per gonfiare le loro statistiche che non ci si può credere. È totalmente scioccante e disturba le nostre coscienze umane e le nostre anime.

Pseudoscienza, falsità e frode

Immediatamente, le persone molto sane che risultano "positive" sono vilipese, molestate, intimidite e stigmatizzate come diffusori di "malattie".

Sarete poi manipolati, corretti e costretti a prendere le loro tossine velenose come vaccini; garantiti per ridurre la vostra longevità, l'apertura della salute e la durata della vita.

In alternativa, per raffreddare gli animi e fingere che i sofismi dei pianificatori delle draconiane e inefficaci misure plandemiche (come l'allontanamento sociale, il mascheramento, gli lockdown, le infinite vaccinazioni, l'uso di dispositivi di protezione personale, l'uso di filtri per l'aria e disinfettanti per le mani, la chiusura delle società, del commercio e degli scambi e i conseguenti tracolli) siano stati efficaci nel controllare temporaneamente la diffusione preordinata del virus illusorio; per volere dei controllori, proprio come un interruttore, i vari parametri della macchina termica PCR potrebbero essere alterati per creare magicamente l'illusione di una "diminuzione significativa" del numero di casi/morti "positivi".

La diminuzione significativa dei casi/morti sarebbe allora fortemente e inequivocabilmente legata in modo causale al ruolo benefico e positivo delle loro misure preventive di salute pubblica, in particolare e principalmente attraverso l'uso dei loro vaccini tossici.

Un pezzo di propaganda frequente, regolare e costante presentato e sbandierato dai media e dai governi al fine di guidare/coercire specifiche narrazioni preconcette e programmi malvagi usando la propaganda, l'affollamento mentale e l'accerchiamento.

L'amplificazione di quantità molto piccole di segmenti di DNA brevi e molto comuni che potrebbero facilmente appartenere a esseri umani, batteri e altri organismi non prova l'esistenza di un virus specifico.

Questa è pseudoscienza, falsità e frode.

 


Artloft