E l'immunità naturale all'Covid-19?


L'immunità naturale funziona": Il rinomato medico del John Hopkins, il dottor Marty Makary, prende di mira il CDC per averlo rifiutato.

L'immunità naturale funziona

Un rinomato medico e professore alla Johns Hopkins School of Medicine negli Stati Uniti ha detto durante un'intervista martedì 25 maggio, che quasi la metà del paese ha un'immunità naturale alla COVID-19 a causa di precedenti infezioni, dichiarazioni che contraddicono le linee guida del CDC, che impongono la vaccinazione come unico modo per acquisire l'immunità al virus CCP. Ha anche sottolineato che il rifiuto di tale immunità naturale è stato uno dei più grandi fallimenti della leadership medica, ha riferito il Daily Caller.

Durante un'intervista con il giornalista Vince Coglianese per il suo programma radiofonico "The Vince Coglianese Show", il dottor Marty Makary ha definito il rifiuto dell'immunità naturale "uno dei più grandi fallimenti della nostra attuale leadership medica". 

Inoltre non è d'accordo con coloro che cercano di "demonizzare" le persone che acquisiscono tale immunità e non vogliono ricevere il vaccino, sostenendo che è una decisione ragionevole, poiché "l'immunità naturale funziona".


Ma per le autorità sanitarie che redigono le linee guida ufficiali per imporla nella popolazione, l'immunità acquisita naturalmente da un'infezione precedente sembra essere fuori discussione, e continuano a ignorare le prove scientifiche che la sostengono.

A questo proposito, il Dr. Makary ha lamentato la mancanza di indicazioni da parte dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) per coloro che sono stati infettati ma sono guariti dalla malattia.

CDC solo promuovere la vaccinazione

Secondo un altro articolo pubblicato recentemente dal Daily Caller, il CDC ha fatto notizia aggiornando la sua guida per rimuovere la maggior parte delle restrizioni per gli americani che sono stati completamente vaccinati contro il virus CCP. Questo dimostra ancora una volta che il loro forte interesse è quello di promuovere la vaccinazione come l'unico modo per ottenere l'immunità contro il virus e l'unico modo per essere liberi da maschere e restrizioni.


Nel frattempo, Anthony Fauci, secondo Business Insider, ha affermato che ricevere l'immunità tramite vaccino è meglio che aspettare l'immunità naturale. Ma le sue dichiarazioni rimangono irte di contraddizioni che generano incertezza e sospetto.


Per esempio, a Good Morning America della ABC, ha ammesso che dopo essere stato vaccinato ha indossato la maschera in casa per evitare di "dare segnali contrastanti", anche se non era necessario da un punto di vista medico, ha riferito il notiziario.

Le domande sull'efficacia dell'immunità acquisita, e anche se le persone vaccinate potrebbero diffondere il virus, hanno afflitto il dibattito su se e quando riaprire gli stati, le località e le imprese.

Efficacia della pre-infezione

Una recente indagine di tre mesi da parte di scienziati dell'Israel Institute of Technology, dello Sheba Medical Center, dell'Università di Tel Aviv e dell'Università Ebraica di Gerusalemme ha mirato a valutare l'efficacia sia della protezione pre-infezione che della vaccinazione nel prevenire l'infezione successiva, utilizzando il vaccino Pfizer per lo studio.


I risultati hanno mostrato che l'immunità naturale generata dalle persone che sono state infettate ad un certo punto nel tempo è leggermente più alta di quelle che sono state vaccinate.

Mentre la differenza di immunità tra vaccinati e non vaccinati non era così grande, il risultato solleva la questione del perché i governi di tutto il mondo seguono solo le raccomandazioni delle autorità sanitarie che spingono per la vaccinazione, senza valutare altre alternative, come l'immunità naturale al virus CCP, che molti medici come il dottor Makary, sostengono.