Cancro e "vaccini" anti-Covid?


Cancer strategy e1633546251459

Diversi mesi fa, avevamo delle riserve, almeno teoriche, sulla vaccinazione di pazienti affetti da cancro o di ex pazienti che hanno recuperato, a causa del meccanismo previsto dell'iniezione genica sull'immunità. Diversi genetisti avevano anche espresso le loro preoccupazioni sulla possibile interferenza tra le cellule tumorali attive, o dormienti, e l'attività della terapia genica sui linfociti in particolare.

Coincidenze? La parola chiave

Sono passati mesi, e la mania del vaccino è cresciuta, portando a rifiutare i pazienti senza pass negli ospedali (destinati, si sa, a ricevere solo persone sane) e a richiedere ai pazienti di essere vaccinati assolutamente prima di ricevere qualsiasi trattamento, compresi i malati di cancro.

Siamo in un mondo impazzito e tuttavia queste storie si moltiplicano, come questo giovane di 22 anni che ha visto apparire una tosse cronica che ha portato ad una radiografia che ha scoperto una massa mediastinica. I due grandi ospedali parigini che lo hanno accolto rifiutano di iniziare il trattamento (senza che sia spiegato in dettaglio) se il paziente rifiuta l'iniezione sperimentale, dagli effetti assolutamente sconosciuti sullo sviluppo dei tumori. La giustificazione dei medici? Nessuna: "è così", e l'abbiamo accettato bene!

Silenzio sui colleghi sospesi per mancanza di obbedienza e ancora di più sulle ragioni oggettive che li hanno fatti preferire di perdere il loro lavoro, la loro retribuzione, la loro casa, la loro famiglia intollerante anche a queste decisioni piuttosto che sottomettersi all'ukase presidenziale di accettare farmaci sperimentali...

Più di trecentomila assistiti (cifra probabilmente molto sottostimata visto il numero di ospedali e cliniche attualmente costretti a chiudere letti e rinviare interventi per mancanza di personale) sarebbero pazzi, cospiratori o deliranti al punto da mettersi in grande pericolo personale, sociale, familiare, professionale, psicologico? I medici che sostengono che è sicuro essere vaccinati si sono presi il tempo di guardare le statistiche degli effetti riportati e accettati dalle agenzie ufficiali? La FDA EMA MHRA sono anche loro "cospiratori quando postano come il VAERS:

Il VAERS del 26 settembre 2021

Più di 726.000 reazioni avverse legate al vaccino Covid segnalate al VAERS come CDC e FDA ribaltano le raccomandazioni del comitato consultivo sul terzo vaccino della Pfizer.

I dati VAERS rilasciati dal CDC hanno incluso un totale di 726.965 segnalazioni di eventi avversi da tutte le fasce di età in seguito ai vaccini Covid, compresi 15.386 decessi e 99.410 complicazioni gravi tra il 14 dicembre 2020 e il 17 dicembre 2020. Settembre 2021. [1]

O Eudra Vigilance organo di farmacovigilanza dell'Agenzia Europea dei Medicinali

1 3

O anche l'ANSM la nostra agenzia francese che mostra più di 1.200 morti accettate come almeno possibili in relazione a queste iniezioni sperimentali.

Tutte le sperimentazioni terapeutiche per cinquant'anni sono state fermate dopo alcuni morti per indagini (53 morti hanno fermato il vaccino H1N1). Qui migliaia di morti in tutto il mondo e i bambini sono attaccati senza vergogna. [2] Come possiamo continuare a credere che sia una politica sanitaria?

Perché questa smentita degna delle più solide sette da parte di medici teoricamente istruiti, in grado di ottenere informazioni direttamente da fonti affidabili e dotati di un cervello? La paura del leader, del capo, del direttore, che tra qualche mese sarà inevitabilmente messo in discussione, visto che molti paesi stanno facendo marcia indietro e anche la Germania vuole uscire dal terrorismo vaccinale, forse in occasione della partenza della signora Merkel. [3]

Le principali organizzazioni dei medici a contratto in Germania chiedono la fine immediata delle misure "anti-corona" e la fine della "retorica dell'orrore e della politica del panico". Ovviamente, i medici ospedalieri francesi a Parigi, e altrove, non leggono i giornali tedeschi e sono terrorizzati dalle minacce del loro Consiglio dell'Ordine, del loro ministro, e diventano kapos [4]  e terrorizzano i loro pazienti.

Sempre più Testimonianze si chiudono a tutti

Qualunque siano le loro ragioni inaccettabili, le testimonianze si moltiplicano.

Una giovane ragazza accompagna la sua amica al funerale di sua madre... come la madre, madre di una compagna di liceo di 34 anni, in remissione dal cancro al seno da due anni a cui è stata praticata la famosa iniezione e che crolla pochi giorni dopo in coma e muore dopo tre giorni di ricovero... Spiegazione politicamente corretta: il cancro è esploso e se l'è portata via. Chiudere il capitolo e la bara.

Cosa avrebbe detto Maigret?

Ma troppe coincidenze scioccano gli investigatori della polizia davanti a un cadavere. Solo i medici non avrebbero il diritto di pensare alle coincidenze del tempo, per esempio: "temporalità" è la loro parola chiave ...

Come lo slogan fuorviante "i numeri hanno sempre ragione". Sì, se sono reali e visti nel mondo reale. Ma che fiducia possiamo riporre in quelle delle simulazioni truccate che il governo e i media ci somministrano senza mai specificare che sono solo previsioni o stime? [5]  Ma noi facciamo quello che vogliamo con i numeri, quando li scegliamo, o li creiamo per giustificare l'ipotesi scelta, e lo spettatore può vedere solo il fuoco.

In ogni caso, per quanto riguarda "cancro e iniezione di geni", la vaghezza purtroppo si dissipa di fronte alla moltitudine di storie terribili. Della collega che vede apparire molteplici "palline" sotto le sue ascelle, che valutazioni in tutte le direzioni all'ospedale non spiegano... Ovviamente nessun legame possibile con il vax. Eppure i linfonodi che appaiono qualche tempo dopo l'iniezione sono un'osservazione frequente dopo questi vaccini.

Quindi è chiaro che ci sono tre situazioni:

  • La comparsa del cancro rapidamente dopo l'iniezione (da due settimane a qualche mese) e molto progressiva, in una persona fino ad allora esente da patologie carcinologiche note.
  • La ripresa progressiva del cancro in un paziente in remissione completa per diversi mesi o anni.
  • L'evoluzione rapida, addirittura esplosiva, di un cancro ancora incontrollato.

Al di là delle testimonianze che arrivano dai parenti o dai loro amici e sui social network, un giornale svizzero ha finalmente affrontato il tema in modo più ampio.

Ecco alcuni estratti dal loro articolo [6]  e i loro riferimenti [7] :

I vaccini covid possono causare il cancro?

"In alcuni casi, la risposta sembra essere sì. Certo, non ci sono prove che i vaccini covid stessi siano cancerogeni. Tuttavia, è stato dimostrato che fino al 50% dei vaccinati, i vaccini covid possono indurre un'immunosoppressione temporanea o una disregolazione immunitaria (linfocitopenia) che può durare per circa una settimana o forse più.

Inoltre, i vaccini covid mRNA hanno dimostrato di "riprogrammare" (cioè influenzare) le risposte immunitarie adattative e innate e, in particolare, down-regolare il cosiddetto percorso TLR4, che è noto per svolgere un ruolo importante nella risposta immunitaria alle infezioni e alle cellule tumorali ".

Così gli autori concludono che è abbastanza possibile che queste modifiche immunitarie possano portare a conseguenze impreviste sulla condizione del destinatario dell'iniezione genica. Una questione di buon senso in effetti!

"Quindi, se c'è già un tumore da qualche parte - noto o sconosciuto - o se c'è una predisposizione a un certo tipo di cancro, un tale stato di immunosoppressione indotta dal vaccino o di perturbazione immunitaria potrebbe potenzialmente innescare la crescita improvvisa del tumore e il cancro nelle settimane dopo la vaccinazione. Va notato che la linfocitopenia è stata anche frequentemente osservata in casi di grave covid ".

È stata anche osservata la riattivazione post-vaccinazione di infezioni virali latenti, in particolare il virus dell'herpes zoster, EBV (Epstein-Barr) e il virus dell'epatite.

"L'immunosoppressione temporanea indotta dal vaccino è anche un fattore che può contribuire al picco post-vaccinazione nelle infezioni da coronavirus visto in molti paesi."

Frequenza degli eventi oncologici legati al vaccino: Sconosciuto

Ci sono già alcune migliaia di osservazioni nei rapporti ufficiali sugli eventi avversi e nei gruppi di pazienti online. Ci sono certamente coincidenze reali o ritardi diagnostici dovuti a una diagnosi ritardata legata al contenimento. Ma non dobbiamo cancellare con il dorso della manica gli enormi problemi che queste persone realmente colpite pongono nella loro vita quotidiana e ancora di più la responsabilità che gli oncologi si assumono obbligando l'iniezione prima di qualsiasi trattamento o qualsiasi continuazione del protocollo. Il loro argomento principale: "l'abbiamo fatto bene, senza discutere" non sembra degno di una professione un tempo riflessiva.

Nell'agosto del 2021, il dottor Ryan Cole, [8] Americano, patologo per anni molto lunghi descritto un aumento significativo di alcuni tipi di cancro (ad esempio il cancro endometriale, utero) dall'inizio della campagna di vaccinazione di massa covid. Più recentemente, patologi tedeschi hanno anche notato il problema della deregolamentazione immunitaria post-vaccinazione e improvvisa crescita del tumore in alcuni pazienti.

Sulle reti francesi, diverse testimonianze coincidono con la ricomparsa di emorragie vaginali in donne di più di 85 anni, che portano alla diagnosi di cancro endometriale e ad una rapida morte... La proteina spike prodotta dal corpo a seguito dell'iniezione è particolarmente attratta dai genitali, e questa sarebbe un'altra dimostrazione.

Quindi, in attesa di saperne di più, stiamo attenti, sia i medici che gli assistenti, e non giochiamo all'apprendista stregone!

La cautela è necessaria con tutti i trattamenti sperimentali e ancora di più quando sono il risultato di una tecnica mai utilizzata prima in patologia infettiva. In primo luogo, non nuocere deve guidare le decisioni di qualsiasi medico che sia fedele al suo giuramento di Ippocrate.

Note:

1. Più di 726.000 lesioni da vaccino COVID segnalate a VAERS come CDC, FDA annullare le raccomandazioni dei comitati consultivi sul terzo colpo Pfizer - Children's Health Defense (childrenshealthdefense.org)

2. Simulazioni, un falso alibi per la vaccinazione estorta ai bambini - Dottoressa Nicole Delépine

3. Medici liberali tedeschi per la fine della "politica del panico" 09/27/2021 Dr Stephan Hofmeister, Dr Andreas Gassen, Dr Thomas Kriedel KBV Lopata / axentis.de      

France-Soir Le principali organizzazioni dei medici a contratto in Germania chiedono la fine immediata delle misure "anti-corona" e la fine della "retorica dell'orrore e della politica del panico". Al congresso dei delegati dei medici a contratto tedeschi, il vice direttore della Kassenärztlichen Bundesvereinigung (KBV, associazione nazionale dei medici di assicurazione malattia) Dr. Stephan Hofmeister, e il presidente, Dr. Andreas Gassen, hanno chiesto la fine delle cosiddette misure "anti-Corona" in Germania e la fine della "politica del panico e della retorica dell'orrore". Il sito  Comunicato stampa di KBV  afferma: "Chiunque desideri essere vaccinato ha la possibilità di farlo. D'ora in poi, non è più una decisione dello Stato: ognuno deve decidere individualmente per se stesso. I sondaggi indicano che più la pressione politica è insistente, più la gente rifiuta qualsiasi vaccinazione per protesta, dice il dottor Hofmeister. "È una confusione malsana", ha detto, chiedendo di fermare questa politica della paura.

4. Così furono chiamati i deportati che, in cambio di alcuni vantaggi, divennero complici dei nazisti e talvolta si mostrarono inumani come i loro carnefici.

5. FEEDBACK SULLA MANIPOLAZIONE VIA SIMULAZIONI DURANTE IL COVID "PLANDEMIC" - Dottoressa Nicole Delépine

6.  Vaccini Covid e cancro - Ricerca politica svizzera (swprs.org)

7.  Il progetto Testimonianze - Le vittime israeliane di Jab parlano [VIDEO] | Europa Reloaded

8. Dr. Ryan Cole sul cancro post-vaccinazione:

Il dottor Ryan Cole sta vedendo un aumento dei casi di cancro come mai prima d'ora.