Possono diecimila bugie nascondere una verità? Pasteur contro Béchamp


Captura de pantalla 2020 03 26 a las 2.45.01 e1632845623372

Per 150 anni, l'errata teoria dei germi di Pasteur ci ha condotto in un mare infinito di farmaci e malattie. Quando una bugia può creare miliardi di dollari e viene insegnata ad ogni generazione successiva come un fatto, è una questione abbastanza seria; anzi, è un atto rivoluzionario affrontarla.

Un mondo veramente confuso

Anche la peggiore menzogna può essere rivestita di un mantello di rispettabilità se non è stata esposta pubblicamente per un tempo considerevole.

C'è stato un tempo in cui Pasteur non godeva del rispetto divino che gli si accorda oggi, ed era invece considerato un fallimento in quasi tutti i suoi esperimenti, causando morte e immense perdite finanziarie a coloro che seguivano le sue convinzioni. Oggi, la teoria dei germi delle malattie, compresa la vaccinazione e l'intervento farmaceutico, è sopravvissuta per diventare la base dell'industria delle malattie.

È interessante notare che avremmo ereditato un mondo molto diverso se coloro che hanno favorito Béchamp fossero stati in grado di offrire qualcosa di redditizio all'allora emergente business delle malattie. Invece avrebbero detto:

"È la salute della cellula che è importante, non i germi".

Oggi i germi sono importanti e la salute della cellula è così poco importante che nessuna università è dedicata ad essa, mentre si investono miliardi per imparare tutto sui germi e in questo si riesce; eppure non si sa nemmeno come descrivere la salute, se non come assenza di malattia. Un mondo veramente confuso, deliberatamente mantenuto così.

I germi causano malattie

Avremmo potuto evitare le moderne epidemie di malattie inutili, come il cancro, il diabete, le malattie cardiache, se solo la civiltà avesse seguito Bechamp invece di Pasteur.

Il lavoro del biologo francese Antoine Béchamp (1816-1908) dimostrò che le malattie causano i germi; Louis Pasteur, contemporaneo di Béchamp (e suo ex studente), annunciò che i suoi studi dimostravano che i germi causano le malattie. Un uomo è stato dimenticato dalla storia; l'altro è considerato il padre della medicina moderna.

Il lavoro di Pasteur, a differenza di quello fatto dal suo professore, deliziò l'emergente industria farmaceutica.

"Se i germi sono aggressori esterni che invadono il corpo, allora possiamo sviluppare e commercializzare un arsenale infinito di armi con cui ucciderli. Ma, se un danno o uno squilibrio con il corpo dà origine ai germi, allora dobbiamo semplicemente ripristinare l'equilibrio per rimuovere le condizioni di cui i germi si nutrono".

Invece di introdurre il veleno, dovremmo introdurre solo gli elementi naturali mancanti.

La teoria germinale della malattia di Pasteur ha dato vita all'era farmacologica. Se la medicina avesse adottato la teoria dei germi della malattia di Béchamp e il successivo lavoro dei dottori Brewer, Warburg, Pauling e altri, sarebbe noto a tutti che i sintomi della malattia sono prevenuti o invertiti dalla nutrizione a livello cellulare.

Oggi, migliaia di ricercatori e medici sanno che siamo stati ingannati, ma il risultato finale è stato così catastrofico che persino il concetto stesso di verità è stato momentaneamente danneggiato nel corso del ventesimo e ventunesimo secolo.

Gli uomini di apparente rettitudine morale hanno paura di ammettere che nessuna quantità di tossicità può guarire, e invece seguono un credo che sanno essere sbagliato.

Sembra che molto tempo fa, abbiamo commesso il più incredibile degli errori e uomini consapevoli e sofisticati sarebbero morti prima di ammettere che erano stati degli sciocchi e non avevano riconosciuto l'ovvio. Ora, nel XXI secolo, un pubblico illuminato e alcuni ricercatori coraggiosi osano condurre l'esposizione di un impero mafioso, così corrotto che non gli importa nemmeno che abbiamo tutti scoperto la verità.

Credeteci, dice l'industria farmaco-allopatica, e ci ripuliremo da soli... per davvero.

Ma l'impero farmaco-allopatico è già in uno stato avanzato di danno irreparabile, causato da diverse generazioni di ignoranza, ammantata di arroganza.

Non ci sono segni di un genuino desiderio di riforma, e quei pochi che cercano di praticare la vera guarigione sono ferocemente attaccati dai loro stessi colleghi. Oggi è veramente infernale cercare di praticare la vera guarigione, perché se non si usano i veleni più tossici da applicare dove è impossibile che curino, e si usa invece un metodo alternativo naturale, si viene etichettati come "ciarlatani" dagli altri medici e dall'industria farmaceutica.

Pasteur contro Béchamp

È possibile che una società apparentemente avanzata possa vivere in uno stato di totale illusione, cercando sempre di realizzare qualcosa che è destinato a fallire, semplicemente perché non sappiamo abbastanza di noi stessi per fare le scelte giuste?

1 3

Certamente sembra così nel campo dell'assistenza sanitaria.

Può essere che anche vivendo nel 21° secolo, l'intera industria moderna delle malattie poggi su una delle più grandi bugie del mondo? I germi causano le malattie.

Antoine Béchamp (1816-1908)

Il biologo francese ha dimostrato proprio il contrario: la malattia causa i germi.

Dimostrò che "tutta la materia organica naturale (la materia che abbia mai vissuto), protetta assolutamente dai germi atmosferici, invariabilmente e spontaneamente si altera e fermenta, perché necessariamente e intrinsecamente contiene in sé gli agenti della sua spontanea alterazione, digestione, dissoluzione".

Bechamp fu in grado di dimostrare che tutte le cellule animali e vegetali contengono queste minuscole particelle, che continuano a vivere dopo la morte dell'organismo e dalle quali si sviluppano i microrganismi. Nella sua ricerca, Bechamp ha posto le basi per la comprensione del pleomorfismo (la capacità degli organismi di cambiare).

Ogni volta che c'è qualcosa in natura che sta morendo, che comincia a decadere, qualcosa arriva e lo mangia, mentre le sue particelle diventano microbi che escono dalle cellule dei tessuti per pulire qualsiasi tossina o materia in decomposizione che si trova nel corpo. Ecco a cosa servono i microbi (germi). Sono il risultato, non la causa della malattia.

2 2

Mentre un campione di sangue, posto su una lastra di vetro per l'osservazione al microscopio (vetrino) invecchia in un giorno o due, si possono letteralmente vedere i minuscoli organismi che si muovono mentre emergono dalle cellule del sangue, organismi che cambiano in forme più degenerate e più patologiche man mano che il processo avanza. Quando il processo di decomposizione o putrefazione è finito, quando non c'è più nulla da mangiare per i virus, i batteri e i funghi appena formati, essi vengono distrutti, scompaiono e ritornano alla forma che avevano. Possono essere osservati mentre fanno questo attraverso un microscopio a x100 o più.

"Mentre i microsomi dei batteri distrutti vivono anch'essi, ciò che ne consegue è che questi microsomi sono la fine vivente di tutta l'organizzazione cellulare che, a sua volta, diventa ogni cosa vivente, esseri, organi, tutto. Sono la fine e l'inizio di tutta la vita fisica. Tutte le cellule, gli organi, tutte le forme viventi sono costruite a partire da questi piccoli corpi".

Antoine Béchamp

Quando rompi un elemento in pezzi sempre più piccoli, ti ritrovi con un atomo di quell'elemento. Quando si rompe la materia organica, la vita fisica, in pezzi sempre più piccoli, si finisce con questa particella, indipendentemente dalla forma di materia organica vivente da cui è partita.

I risultati del professor Bechamp furono sepolti, ignorati e tenuti lontani dalle successive generazioni di studenti, che oggi non sanno nemmeno che Béchamp era lo scienziato superiore che lavorava pazientemente e ordinatamente in laboratorio, mentre Pasteur riceveva riconoscimenti per un lavoro che era plagiato, e spesso alterato, nel modo più antiscientifico. Questo fu scoperto quando nel 1901 i suoi appunti furono finalmente resi pubblici per essere letti dalla gente.

Oggi abbiamo scoperto tutto questo, ma un'industria costruita su Pasteur non cederà il passo. Dobbiamo invece lavorare in due sfere diverse.

Ciò che Béchamp ha scoperto è che le cellule del nostro corpo non sono attaccate da germi esterni portatori di malattie, come suggerisce la teoria di Pasteur, ma che le nostre cellule si deteriorano, degenerano e sono danneggiate dallo stress della vita quotidiana o dalle tossine introdotte (fisiche o chimiche) e degenerano fino a diventare indebolite, avvelenate o malate.

In questa condizione, aumenta la loro acidità, che distrugge il loro stesso tessuto degenerativo, attraverso l'uso di ciò che ha chiamato microsomi, sempre presenti nella cellula.

Fondamentalmente, Béchamp ha scoperto che la cellula si autodistrugge se viene contaminata o degenera. Pasteur diceva che i germi esterni entrano nel corpo e distruggono le cellule.

La teoria di Béchamp dice che se manteniamo la cellula sana e forte, si comporterà bene, ma in caso contrario, questo permetterà ai minuscoli microsomi, che reagiscono alle cattive condizioni acide della cellula, di fermentarla o mangiarla.

La teoria di Pasteur dice che indipendentemente dal fatto che la cellula sia sana o meno, i germi esterni entrano e causano la morte o la contaminazione della cellula. Questo fu immediatamente accettato come spiegazione di tutte le malattie, e così crebbero le gigantesche industrie che conosciamo oggi come farmaci, medicine e vaccini. Insieme a loro si è evoluta la teoria di sbarazzarsi dei sintomi tagliandoli, bruciandoli con radiazioni o calore, e avvelenandoli con sostanze tossiche. Oggi questi metodi sembrano aver raggiunto il massimo di ciò che si può applicare e ancora le malattie che i germi dovrebbero portarci continuano a comparire, come se non venissero curate affatto.

Questo ha dato origine a molte ricerche nella nostra epoca, perché sta diventando sempre più evidente che stiamo usando teorie errate nella medicina attuale. La scoperta più importante che la scienza (oggi) ha fatto è che le tossine non curano. Sembra che più avveleniamo le nostre cellule con cure chimiche e inquinanti, più ci ammaliamo. Molti ricercatori sono tornati alle scoperte di Béchamp e dopo aver letto i suoi rapporti, abbiamo scoperto che si conosceva la soluzione, ma era stata molto abilmente nascosta affinché l'industria delle malattie potesse prosperare, basata sulla distruzione dei microbi sospettati di causare malattie.

Tuttavia, le cellule non possono resistere alle malattie se si permette loro di indebolirsi o avvelenarsi. Il metodo attuale di trattare le malattie consiste nell'ignorare i bisogni biologici o nutrizionali delle cellule e allo stesso tempo attaccarle con sostanze tossiche nella speranza che i germi muoiano e la cellula viva.

Una cellula carente di nutrienti viene avvelenata allo stesso tempo. Questa è una procedura standard.

3 5

Il professor Pierre Jacques Antoine Béchamp era un medico, professore di chimica e farmacia, e uno dei principali ricercatori del XIX secolo, lo stesso periodo di Pasteur. Béchamp ha condotto esperimenti che hanno scoperto che i batteri crescono all'interno del corpo come minuscole forme evolutive granulate che vivono all'interno delle cellule di tutte le forme viventi.

Chiamò questi microsomi e credeva che si potessero trovare in tutti i tessuti viventi sani. Questi microsomi sono fisiologicamente e chimicamente attivi, e sono i costruttori delle nostre cellule, oltre ad essere agenti decompositori dopo la morte cellulare nei nostri tessuti o organi.

Béchamp ha scoperto che i microsomi si sviluppano in batteri quando i tessuti del corpo sono avvelenati, danneggiati o incapaci di funzionare. Dalla sua ricerca deriva la sua affermazione che i batteri sono un prodotto della malattia, non la sua causa.

Le persone si ammalano perché le loro cellule sono compromesse, il che le manda fuori equilibrio e le rende suscettibili alla crescita batterica dall'interno, piuttosto che essere invase dall'esterno, secondo quanto espresso da Pasteur. La sua filosofia si basava sulla prevenzione di un'invasione di batteri dall'esterno dell'organismo, mentre Bechamp si basava sulla prevenzione della crescita di batteri dall'interno dell'organismo.

Con il tempo, abbiamo scoperto chi aveva ragione, ma un'industria costruita esclusivamente su sostanze tossiche, che richiede una fortuna per rimanere vitale, non ha intenzione di cambiare o di togliere gli artigli dal più grande portafoglio del mondo.

Il metodo di Béchamp avrebbe permesso di sviluppare la salute delle cellule.

Pasteur ci ha permesso di sviluppare tutti i tipi di tossine per attaccare i germi invasori.

Le cellule sane non hanno bisogno di essere protette dalle tossine.

Le tossine fanno ammalare le cellule sane che, come ha scoperto Bechamp, si autodistruggono quando non possono più funzionare.

"Se fossi ancora vivo, dedicherei la mia vita a dimostrare che i germi cercano il loro habitat naturale, i tessuti malati, piuttosto che essere la causa della malattia dei tessuti; proprio come le zanzare cercano l'acqua stagnante, ma non sono la causa delle pozzanghere stagnanti".

Rudolph Virchaw, padre della patologia

Anche i grandi scienziati del nostro tempo potrebbero, a un certo punto della loro carriera, ammettere che la medicina moderna è stata presa in giro.

Pasteur, ha ammesso alla sua morte che:

"I germi non sono niente e il tessuto in cui crescono è tutto".

Le bugie sono un bagaglio pesante quando affrontiamo la morte, e il denaro non è più una motivazione. Né è una consolazione quando si riassume il senso della nostra vita.

Quali sono le differenze fondamentali tra Pasteur e Béchamp?

Teoria dei germi - Pasteur
(come insegnato agli studenti moderni)

  • La malattia nasce da microrganismi esterni al corpo.
  • In generale, dobbiamo proteggerci dai microrganismi.
  • La funzione dei microrganismi è costante.
  • Le forme e i colori dei microrganismi sono costanti.
  • Ogni malattia è associata a un particolare microrganismo.
  • I microrganismi sono gli agenti causali principali.
  • La malattia può attaccare chiunque.
  • Per prevenire le malattie, dobbiamo uccidere i microrganismi.

Teoria cellulare - Béchamp
(come insegnato a Pasteur e altri in quest'epoca)

  • Le malattie nascono da microrganismi all'interno delle cellule del corpo.
  • Questi microrganismi intracellulari funzionano normalmente per costruire e aiutare i processi metabolici del corpo.
  • La funzione di questi organismi cambia per aiutare i processi catabolici (disintegrazione) dell'organismo ospite quando muore o viene danneggiato, il che può essere chimico o meccanico.
  • I microrganismi cambiano i loro colori e le loro forme per riflettere l'ambiente.
  • Ogni malattia è associata a una condizione particolare.
  • I microrganismi diventano "patogeni" quando la salute dell'organismo ospite si deteriora. Pertanto, la condizione dell'organismo ospite è l'agente primario.
  • La malattia si accumula da condizioni malsane all'interno della cellula.
  • Per prevenire le malattie dobbiamo creare la salute.