39
Le maschere sono dimostrate inefficaci contro il coronavirus e potenzialmente dannose per le persone sane e quelle con condizioni preesistenti.
—–

Introduzione

Al momento in cui scriviamo, c'è una recente impennata nell'uso diffuso da parte del pubblico di mascherine quando ci si trova in luoghi pubblici, anche per lunghi periodi di tempo, sia negli Stati Uniti che in altri paesi. Il pubblico è stato istruito dai media e dai loro governi sul fatto che l'uso delle maschere, anche se non si è malati, può impedire che altri siano infettati dalla SARS-CoV-2, l'agente infettivo della COVID-19.

Una revisione della letteratura medica peer-reviewed esamina gli impatti sulla salute umana, sia immunologici che fisiologici. Lo scopo di questo articolo è di esaminare i dati riguardanti l'efficacia delle maschere per il viso, così come i dati sulla sicurezza. La ragione per cui entrambi sono esaminati in un unico documento è che per il pubblico in generale, così come per ogni individuo, un'analisi dei rischi e dei benefici è necessaria per guidare le decisioni su se e quando indossare una maschera.

Le maschere sono efficaci nel prevenire la trasmissione di patogeni respiratori?

In questa meta-analisi, le maschere facciali non hanno avuto alcun effetto rilevabile contro la trasmissione di infezioni virali.1

"Rispetto a quelli senza maschere, non c'è stata alcuna riduzione dei casi di malattia simile all'influenza o dell'influenza per quelli che indossavano le maschere, né nella popolazione generale né tra gli operatori sanitari".

Questa meta-analisi del 2020 ha trovato che le prove degli studi randomizzati e controllati sulle maschere facciali non hanno sostenuto un effetto sostanziale sulla trasmissione dell'influenza confermata in laboratorio, sia quando indossate da persone infette (controllo alla fonte) sia da persone nella comunità generale per ridurre la loro suscettibilità.2

Un'altra recente revisione ha trovato che le maschere non hanno avuto alcun effetto specificamente contro Covid-19, anche se l'uso della maschera sembra legato, in 3 di 31 studi, a probabilità "molto leggermente ridotte" di sviluppare una malattia simile all'influenza. Vedi pdf alla fine del post.

Questo studio del 2019 su 2862 partecipanti ha mostrato che sia i respiratori N95 che le maschere chirurgiche "non hanno portato a nessuna differenza significativa nell'incidenza dell'influenza confermata in laboratorio".3

Questa meta-analisi del 2016 ha trovato che sia gli studi controllati randomizzati che gli studi osservazionali sui respiratori N95 e sulle maschere chirurgiche usate dagli operatori sanitari non hanno mostrato benefici contro la trasmissione di infezioni respiratorie acute. Si è anche scoperto che la trasmissione delle infezioni respiratorie acute "può essere avvenuta attraverso la contaminazione dei dispositivi di protezione respiratoria forniti durante la conservazione e il riutilizzo di maschere e respiratori durante la giornata lavorativa".5

Una meta-analisi del 2011 di 17 studi riguardanti le maschere e l'effetto sulla trasmissione dell'influenza ha trovato che "nessuno degli studi ha stabilito una relazione conclusiva tra l'uso della maschera/respiratore e la protezione contro l'infezione influenzale". Tuttavia, gli autori hanno ipotizzato che l'efficacia delle maschere può essere legata all'uso precoce, coerente e corretto.6

L'uso della maschera facciale non è risultato essere protettivo contro il raffreddore comune, rispetto ai controlli senza maschere facciali tra gli operatori sanitari.7

Flusso d'aria intorno alle maschere

Si è ipotizzato che le maschere siano efficaci nell'ostacolare il viaggio in avanti delle particelle virali. Considerando quelli posizionati accanto o dietro un indossatore di maschera, ci sono state trasmissioni più lontane di particelle fluide cariche di virus da individui mascherati che da individui non mascherati, per mezzo di "diversi getti di perdita, compresi intensi getti all'indietro e verso il basso che possono presentare grandi pericoli", e un "getto di perdita potenzialmente pericoloso fino a diversi metri".8

Si pensava che tutte le maschere riducessero il flusso d'aria in avanti di 90% o più rispetto a non indossare alcuna maschera. Tuttavia, l'imaging Schlieren ha mostrato che sia le maschere chirurgiche che le maschere di stoffa avevano getti sopraccigliari più lontani (flusso d'aria non filtrato verso l'alto oltre le sopracciglia) rispetto a non indossare alcuna maschera, 182 mm e 203 mm rispettivamente, contro nessuno distinguibile con nessuna maschera. Il flusso d'aria non filtrato all'indietro è risultato essere forte con tutte le maschere rispetto al non mascherare.

Per entrambe le maschere N95 e chirurgiche, è stato trovato che le particelle espulse da 0,03 a 1 micron sono state deviate intorno ai bordi di ogni maschera, e che c'era una penetrazione misurabile di particelle attraverso il filtro di ogni maschera. Vedi pdf alla fine del post.

Penetrazione attraverso le maschere

Uno studio su 44 marche di maschere ha trovato una penetrazione media di 35,6% (+ 34,7%). La maggior parte delle maschere mediche aveva più di 20% di penetrazione, mentre "le maschere generiche e i fazzoletti non avevano alcuna funzione protettiva in termini di efficienza di filtrazione dell'aerosol". Lo studio ha trovato che "le maschere mediche, le maschere generali e i fazzoletti sono stati trovati per fornire poca protezione contro gli aerosol respiratori". Vedi pdf alla fine del post.

Può essere utile ricordare che un aerosol è una sospensione colloidale di particelle liquide o solide in un gas. Nella respirazione, l'aerosol rilevante è la sospensione di particelle batteriche o virali nel respiro inalato o esalato.

In un altro studio, la penetrazione delle maschere di stoffa da parte delle particelle era quasi 97% e le maschere mediche 44%.9

Respiratori N95

Honeywell è un produttore di respiratori N95. Questi sono fatti con un filtro da 0,3 micron.10

I respiratori N95 sono così chiamati, perché 95% di particelle che hanno un diametro di 0,3 micron sono filtrati dalla maschera in avanti di chi li indossa, per mezzo di un meccanismo elettrostatico. I coronavirus hanno un diametro di circa 0,125 micron.

Questa meta-analisi ha trovato che i respiratori N95 non hanno fornito una protezione superiore alle maschere contro le infezioni virali o le infezioni simili all'influenza.11

Questo studio ha trovato una protezione superiore da parte dei respiratori N95 quando sono stati testati rispetto alle maschere chirurgiche. 12

Questo studio ha scoperto che 624 su 714 persone che indossavano maschere N95 hanno lasciato dei vuoti visibili quando hanno indossato le loro maschere.13

Maschere chirurgiche

Questo studio ha scoperto che le maschere chirurgiche non offrono alcuna protezione contro l'influenza.14

Un altro studio ha trovato che le maschere chirurgiche avevano circa 85% rapporto di penetrazione di particelle di influenza inattivato aerosolizzato e circa 90% di batteri Staphylococcus aureus, anche se le particelle S aureus erano circa 6x il diametro delle particelle di influenza. Vedi pdf alla fine del post.

L'uso di maschere in chirurgia è stato trovato per aumentare leggermente l'incidenza di infezione su non mascherare in uno studio di 3.088 interventi chirurgici.15

Le maschere dei chirurghi non hanno dato alcun effetto protettivo ai pazienti.

Altri studi non hanno trovato alcuna differenza nei tassi di infezione della ferita con e senza maschere chirurgiche.16 Vedi pdf alla fine del post.

Questo studio ha trovato che "manca una prova sostanziale a sostegno delle affermazioni che le maschere facciali proteggono il paziente o il chirurgo dalla contaminazione infettiva".17

Questo studio ha scoperto che le maschere mediche hanno una vasta gamma di efficienza di filtrazione, con la maggior parte che mostra un'efficienza da 30% a 50%.18

In particolare, le maschere chirurgiche sono efficaci nel fermare la trasmissione umana dei coronavirus? Entrambi i gruppi sperimentali e di controllo, mascherati e non mascherati rispettivamente, sono stati trovati a "non spargere virus rilevabili in goccioline respiratorie o aerosol".19

In quello studio, "non hanno confermato l'infettività del coronavirus" come trovato nel respiro esalato.

Uno studio sulla penetrazione dell'aerosol ha mostrato che due delle cinque maschere chirurgiche studiate avevano una penetrazione da 51% a 89% di aerosol polidispersi.20

In un altro studio, che ha osservato i soggetti mentre tossiscono, "né le maschere chirurgiche né quelle di cotone hanno efficacemente filtrato la SARS-CoV-2 durante i colpi di tosse dei pazienti infetti". E sono state trovate più particelle virali all'esterno che all'interno delle maschere testate.21

Maschere di stoffa

Le maschere di stoffa sono risultate avere una bassa efficienza nel bloccare le particelle di 0,3 micron e più piccole. La penetrazione dell'aerosol attraverso le varie maschere di tessuto esaminate in questo studio era tra 74 e 90%. Allo stesso modo, l'efficienza di filtrazione dei materiali in tessuto era da 3% a 33%.22

Gli operatori sanitari che indossano maschere di stoffa sono risultati avere 13 volte il rischio di malattia simile all'influenza rispetto a quelli che indossano maschere mediche.23

Questa analisi del 1920 sull'uso delle maschere di stoffa durante la pandemia del 1918 esamina il fallimento delle maschere per impedire o fermare la trasmissione dell'influenza in quel periodo, e conclude che il numero di strati di tessuto necessari per prevenire la penetrazione degli agenti patogeni avrebbe richiesto un numero soffocante di strati, e non poteva essere utilizzato per questo motivo, così come il problema delle perdite intorno ai bordi delle maschere di stoffa. Vedi pdf alla fine del post.

Maschere contro Covid-19

L'editoriale del New England Journal of Medicine sul tema dell'uso della maschera rispetto al Covid-19 valuta la questione come segue:24

"Sappiamo che indossare una maschera al di fuori delle strutture sanitarie offre poca, se non nessuna, protezione dall'infezione. Le autorità sanitarie pubbliche definiscono un'esposizione significativa al Covid-19 come un contatto faccia a faccia entro 6 piedi con un paziente con Covid-19 sintomatico che è sostenuto per almeno alcuni minuti (e alcuni dicono più di 10 minuti o anche 20 minuti). La possibilità di prendere il Covid-19 da un'interazione di passaggio in uno spazio pubblico è quindi minima. In molti casi, il desiderio di un mascheramento diffuso è una reazione riflessiva all'ansia per la pandemia".

Le maschere sono sicure?

Durante le passeggiate o altri esercizi

I portatori di maschera chirurgica avevano una dispnea significativamente maggiore dopo una camminata di 6 minuti rispetto ai non portatori di maschera.25

I ricercatori sono preoccupati per il possibile carico delle maschere facciali durante l'attività fisica sui sistemi polmonare, circolatorio e immunitario, a causa della riduzione dell'ossigeno e dell'intrappolamento dell'aria che riduce il sostanziale scambio di anidride carbonica. Come risultato dell'ipercapnia, ci può essere un sovraccarico cardiaco, un sovraccarico renale e un passaggio all'acidosi metabolica.26

Rischi dei respiratori N95

Le operatrici sanitarie incinte sono risultate avere una perdita di volume di consumo di ossigeno di 13,8% rispetto ai controlli quando indossavano i respiratori N95. 17.7% meno anidride carbonica è stata espirata.27

I pazienti con malattia renale allo stadio terminale sono stati studiati durante l'uso di respiratori N95. La loro pressione parziale di ossigeno (PaO2) è diminuita significativamente rispetto ai controlli e gli effetti avversi respiratori sono aumentati. 19% dei pazienti hanno sviluppato vari gradi di ipossiemia mentre indossavano le maschere.28

I respiratori N95 degli operatori sanitari sono stati misurati da campionatori personali di bioaerosol per ospitare il virus dell'influenza. 29

E 25% dei respiratori a maschera degli operatori sanitari sono stati trovati a contenere l'influenza in un dipartimento di emergenza durante la stagione influenzale 2015.30

Rischi delle maschere chirurgiche

Anche le maschere chirurgiche degli operatori sanitari sono state misurate da campionatori personali di bioaerosol per rilevare il virus dell'influenza.

Vari agenti patogeni respiratori sono stati trovati sulla superficie esterna delle maschere mediche usate, il che potrebbe portare all'autocontaminazione. Il rischio è risultato essere più alto con una maggiore durata di utilizzo della maschera.31

Anche le maschere chirurgiche sono risultate essere un ricettacolo di contaminazione batterica. La fonte dei batteri è stata determinata per essere la superficie del corpo dei chirurghi, piuttosto che l'ambiente della sala operatoria.32

Dato che i chirurghi sono vestiti dalla testa ai piedi per la chirurgia, questo risultato dovrebbe essere particolarmente preoccupante per i laici che indossano maschere. Senza l'abbigliamento protettivo dei chirurghi, i laici hanno generalmente ancora più superficie corporea esposta per servire come fonte di batteri da raccogliere sulle loro maschere.

Rischi delle maschere di stoffa

Gli operatori sanitari che indossano maschere di stoffa hanno avuto tassi significativamente più elevati di malattie simili all'influenza dopo quattro settimane di uso continuo sul lavoro, rispetto ai controlli.33

L'aumento del tasso di infezione nei portatori di maschera può essere dovuto a un indebolimento della funzione immunitaria durante l'uso della maschera. È stato riscontrato che i chirurghi hanno una minore saturazione di ossigeno dopo interventi chirurgici anche di soli 30 minuti. Vedi pdf alla fine del post.

Il basso livello di ossigeno induce il fattore 1 alfa (HIF-1).34

Questo a sua volta down-regola le cellule T CD4+. Le cellule T CD4+, a loro volta, sono necessarie per l'immunità virale.35

Ponderare i rischi rispetto ai benefici dell'uso della maschera

Nell'estate del 2020 gli Stati Uniti stanno vivendo un'impennata nell'uso popolare delle maschere, che è spesso promosso dai media, dai leader politici e dalle celebrità. Maschere di stoffa fatte in casa o acquistate in negozio e maschere chirurgiche o maschere N95 vengono utilizzate dal pubblico soprattutto quando si entra nei negozi e in altri edifici accessibili al pubblico. A volte vengono usate bandane o sciarpe. L'uso di maschere per il viso, siano esse di stoffa, chirurgiche o N95, crea un povero ostacolo agli agenti patogeni aerosolizzati, come possiamo vedere dalle meta-analisi e da altri studi in questo documento, permettendo sia la trasmissione di agenti patogeni aerosolizzati ad altri in varie direzioni, sia l'autocontaminazione.

Si deve anche considerare che le maschere impediscono il volume necessario di assunzione di aria richiesto per un adeguato scambio di ossigeno, che si traduce in effetti fisiologici osservati che possono essere indesiderati. Anche passeggiate di 6 minuti, per non parlare di attività più faticose, hanno provocato dispnea. Il volume di ossigeno non ostruito in un respiro tipico è di circa 100 ml, utilizzato per i normali processi fisiologici. 100 ml di O2 superano di gran lunga il volume di un agente patogeno richiesto per la trasmissione.

I dati precedenti mostrano che le maschere servono più come strumenti di ostruzione della normale respirazione, piuttosto che come barriere efficaci contro gli agenti patogeni. Pertanto, le maschere non dovrebbero essere utilizzate dal grande pubblico, né dagli adulti né dai bambini, e i loro limiti come profilassi contro gli agenti patogeni dovrebbero essere considerati anche in ambito medico.

Per altri importanti articoli del Dr. Huber, vedere Primary Doctor Medical Journal:

Studi allegati

Studio Medrxiv

2020.04.01.20049528v1.full

 

Giornale di Studio di Igiene Occupazionale e Ambientale

Prestazioni di un respiratore particolato con filtro N95 e di una maschera chirurgica durante la respirazione umana Due vie di penetrazione delle particelle

 

Associazione per lo studio di ricerca sull'aerosol

aaqr-13-06-oa-0201

 

Studio scientifico sul biocontrollo

23_61

 

Annali del l'oyal College of Surgeons of England

annrcse01509-0009

 

Uno studio sperimentale sull'efficacia delle maschere di garza per il viso

ajph.10.1.34

 

BMJopen Ricerca

3


, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Ti piace? Condividi con i tuoi amici!

39

Qual è la tua reazione?

confused confused
0
confused
fail fail
2
fail
love love
1
love
lol lol
1
lol
omg omg
0
omg
win win
2
win