I dipendenti delle compagnie aeree stanno facendo causa all'amministrazione Biden per le vaccinazioni obbligatorie?


I dipendenti delle compagnie aeree, stufi dei mandati incostituzionali sui vaccini, stanno portando l'amministrazione Biden in tribunale per uno sconfinamento del potere esecutivo.

Regolamenti incostituzionali sulle vaccinazioni

Nella causa depositata martedì nella corte distrettuale degli Stati Uniti, gli US Freedom Flyers che rappresentano vari dipendenti delle compagnie aeree si sono uniti al Health Freedom Defense Fund per sfidare "l'ordine esecutivo disperatamente eccessivo che impone le iniezioni COVID-19 per tutti gli appaltatori e subappaltatori federali".

La causa sostiene, tra l'altro, che "il presidente si è arrogato poteri generali di polizia sulla vita di milioni di persone, che non sono contemplati né dalla Costituzione né da alcun atto del Congresso", afferma un comunicato stampa.

Biden e il suo addetto stampa sono anche accusati di aver mentito al popolo americano quando hanno affermato che il governo federale non avrebbe imposto mandati di vaccinazione a livello nazionale, e hanno anche affermato che le politiche dell'amministrazione esacerberanno i problemi con la già fragile catena di approvvigionamento.

Invece del preteso scopo dell'Ordine Esecutivo di "diminuire l'assenza dei lavoratori, ridurre i costi del lavoro e migliorare l'efficienza degli appaltatori e dei subappaltatori [del governo federale]", il mandato avrà probabilmente l'effetto opposto, costringendo al licenziamento di migliaia di lavoratori essenziali dalle industrie critiche della catena di approvvigionamento e di trasporto che sono già sovraccaricate".

"Il mandato di Biden e la conseguente guida dell'OMB e del Consiglio FAR arrivano forse nel peggior momento possibile nella storia della nostra nazione, minacciando di esacerbare una situazione già critica verso la stagione delle vacanze", afferma il comunicato stampa.

La causa dei gruppi arriva come un'assistente di volo il mese scorso ha annunciato che stava facendo causa a "una grande compagnia aerea" sui suoi requisiti di vaccino dopo aver sperimentato gravi reazioni avverse da un vaccino obbligatorio.

 

"È stata la decisione peggiore della mia vita", ha raccontato la hostess ferita dal vaccino Lisa Williams. "Ho violato la mia fede perché il mio datore di lavoro mi ha fatto scegliere tra il mio Dio e il mio lavoro, una decisione che mi è quasi costata la vita".

Leggi il comunicato stampa riguardante la causa del Health Freedom Defense Fund e dell'US Freedom Flyer: